Tre arresti e due denunce tra Rende e Montalto Uffugo

Carlomagno Panda Settembre 2018

E’ di tre arresti e due denunce il bilancio delle ultime ore di un servizio di controllo del territorio da parte dei carabinieri della compagnia di Rende.

I militari del Nucleo operativo e radiomobile hanno arrestato a Rende un 21enne del posto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A seguito di una perquisizione personale e veicolare i militari hanno rinvenuto, occultati all’interno dell’autovettura 3,6 Kg di marijuana e un bilancino di precisione, che sono stati sottoposti a sequestro. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso il carcere di Cosenza.

Un 37enne di Latina è stato invece arrestato a Montalto Uffugo per il reato di Rapina aggravata. I militari hanno rintracciato l’uomo sul quale pendeva un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale di Roma per il reato ascritto commesso a Latina nel mese di Marzo 2015. L’uomo è stato portato nella casa circondariale di Cosenza.

Sempre a Montalto è finito in carcere anche un 38enne di Rogliano, con l’accusa di ricettazione, evasione, rapina aggravata e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, reati commessi in Cosenza tra il 2005 e il 2008. I militari lo hanno rintracciato dopo indagini mirate. Sull’uomo pendeva un provvedimento di esecuzione pena, emesso dal Tribunale di Cosenza.

Nel corso di un controllo stradale sono state denunciate due persone per guida in stato di ebbrezza. Si tratta di una ragazza di 27 anni di Mendicino e di un 24 di Cosenza. Sottoposti ad accertamento etilometrico, la donna è risultata con 2,2 g/l, ben al di sopra dei limiti consentiti dalla legge, mentre il ragazzo 1,50 g/l. Le patenti di guida sono state immediatamente ritirate.

Nel corso dei medesimi servizi, svolti con l’ausilio di militari della Compagnia di Intervento Operativo del 14° Battaglione Carabinieri di Vibo Valentia, venivano inoltre controllati 110 autoveicoli; identificate 211 persone; eseguite 50 perquisizioni personali, domiciliari e veicolari ed elevate 5 sanzioni per infrazioni al Codice della strada.