2016 nero per le famiglie calabresi: “Consumi -254 milioni di euro”


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

consumi in CalabriaNel 2016, le famiglie calabresi hanno frenato i loro consumi. Dal 2015 al 2016, gli oltre 805 mila mila nuclei familiari hanno ridotto la spesa di 254 milioni di euro, pari allo 0,9% del prodotto interno lordo regionale. E’ quanto emerge dal “Borsino delle famiglie calabresi” realizzato annualmente dall’Istituto Demoskopika.

“Tra il 2015 e il 2016 – è scritto in una nota – la diminuzione del reddito disponibile delle famiglie (-0,9%) si è accompagnata a una contrazione della spesa per consumi finali”.

Ogni famiglia ha tagliato gli acquisti di 316 euro rispetto all’anno precedente. In particolare, nel 2016, la spesa media mensile si è attestata a 1.701 euro con una contrazione dell’1,5% rispetto al 2015 (1.729 euro), registrando alcuni cambiamenti rispetto ai comportamenti di acquisto. La contrazione è assorbita per il 65% da alimentari, abitazione e spese per acqua, elettricità e altri combustibili. In crescita, oltre ai trasporti, l’istruzione, la ristorazione, e la cultura.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER