Incendiata l’auto del vicesindaco di Cetraro. Aita: “Atto vigliacco”

Carlomagno campagna Nuovo Stelvio 10 Maggio 2018
Il vicesindaco di Cetraro Fabio Angilica
Il vicesindaco di Cetraro Fabio Angilica

COSENZA – L’auto della famiglia del vicesindaco di Cetraro, Fabio Angilica, esponente di una lista civica, è stata incendiata la notte scorsa. Sull’episodio hanno avviato indagini i carabinieri.

“Un fatto gravissimo – afferma il sindaco Angelo Aita – che ancora una volta colpisce la famiglia di un rappresentante delle istituzioni, distintosi per una ineccepibile cultura della legalità e per metterla a fondamento del cambiamento della città. I balordi che hanno incendiato l’autovettura, con magari l’obiettivo di intimidire con il Vicesindaco l’intera Giunta, limitandone l’azione politica, sappiano da subito di aver fallito: chi pensa di intimidire attraverso il compimento di atti criminali le persone per bene e minare la tranquillità e la pace sociale della nostra città, sappia che le forze politiche e sociali di Cetraro sapranno farsi baluardo a difesa della Città e impediranno loro di prevaricare e di avere la meglio”.

“A Fabio Angilica, Vice Sindaco di Cetraro, il mio più intenso abbraccio!”, scrive su Facebook l’ex sindaco di Cetraro e attuale consigliere regionale, Giuseppe Aieta. “Quando sembra che la città si sia definitivamente liberata dalla mentalità mafiosa, – aggiunge – ecco arrivare l’ennesimo atto che ci riporta indietro. Un atto vigliacco che colpisce una famiglia di persone serie e a me molto care, impegnate nel sociale e nella politica bella e profumata, colta e mai arrogante, sobria e mai chiassosa. A Fabio, a Rudy – conclude Aieta – e alla loro famiglia il mio più affettuoso abbraccio e la mia totale vicinanza”.