Contrabbando di sigarette, un arresto nel cosentino


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

La Guardia di Finanza di Montegiordano (Cosenza), ha arrestato in flagranza di reato un uomo di nazionalità
albanese con l’accusa di contrabbando di tabacchi e ricettazione.

I finanzieri, durante un controllo sulla Statale 106 Jonica, nel comune di Roseto Capo Spulico, hanno sottoposto a controllo un automezzo, accertando che
all’interno dei bagagli erano state occultate 28 stecche di sigarette di
contrabbando per un peso complessivo di circa 6 kg.

Di concerto con la Procura di Castrovillari, i finanzieri hanno quindi eseguita una perquisizione domiciliare
presso il luogo di residenza del conducente albanese, sito nelle campagne di Tursi (Matera), dove sono stati rinvenuti ulteriori 8 kg di sigarette di contrabbando.

Tutti i tabacchi lavorati esteri di contrabbando rinvenuti (delle marche Marlboro, Winston, Merit, L&M, Karelia) sprovvisti del prescritto contrassegno di Stato, sono stati sequestrati e l’uomo, ritenuto responsabile dei reati di “contrabbando di tabacchi lavorati esteri” e “ricettazione” è stato tratto in arresto.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER