All’associazione contro la Sla il premio “Agapanto 2017”

Carlomagno campagna novembre 2018

Premio AGAPANTO 2017L’Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica (Aisla) ha ricevuto a Cosenza il Premio “Agapanto 2017”, nella sua prima edizione. Il riconoscimento, con la motivazione di “impegno, diligenza e amore verso chi soffre” è stato consegnato dal Prefetto di Cosenza, Gianfranco Tomao, al presidente nazionale dell’associazione, Massimo Mauro.

La cerimonia di consegna del premio è avvenuta presso la sala Quintieri del teatro Rendano di Cosenza alla presenza di volontari e altre personalità. All’evento era presente l’attore Biagio Izzo.

“È un riconoscimento che mi dà emozione e orgoglio,  – ha detto Mauro – ma anche un’ulteriore spinta a occuparmi delle persone con Sla che in Calabria sono oltre 130 con circa 30 nuove diagnosi ogni anno. I volontari di Aisla in Calabria si impegnano per far avere loro tutta l’assistenza necessaria. Vogliamo continuare a dialogare e collaborare con le istituzioni affinché l’assistenza domiciliare migliori e nessuna famiglia si senta sola di fronte alla malattia”.

“Promotori di questa importante affermazione – è scritto in un comunicato – sono stati la Fondazione Mediolanum Onlus, che ha come presidente dell’esecutivo Sara Doris, rappresentata per questa speciale occasione da Ugo Lombardi, responsabile commerciale di Bancamediolanum S.p.A. Calabria e Basilicata, e il Gruppo Citrigno retto dai giovanissimi Alfredo Citrigno e Nuccia Citrigno, di cui sono rispettivamente presidente e manager amministrativa”.

Le due realtà hanno intrapreso, per l’occasione, un percorso etico-sociale evidenziato, ancor di più, dall’intervento di professionalità che hanno relazionato con successo su come è difficile vivere con patologie neuromuscolari e degenerative. Solo collegando meglio le risorse economiche alle attività di cura, attraverso servizi di qualità, di cui questi pazienti hanno bisogno si raggiungono risultati eccezionali. Non solo erogati durante il ricovero presso strutture sanitarie, ma soprattutto nell’assistenza domiciliare”.

Oltre al presidente Mauro erano presenti Alessandra De Rose, consigliera con delega al welfare del Comune di Cosenza, Giorgio Bartolomucci, medico-editore dell’Università Tor Vergata di Roma, che ha indirizzato e moderato gli interventi di Carola Magni, dirigente ministero della Salute; Giovambattista De Sarro, rettore dell’università degli studi Magna Graecia di Catanzaro; Sergio Petrillo, dirigente dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria; Rosalbino Cerra, vice segretario regionale Fimmg; Vito Barbieri, coordinatore regionale Aiom; Giampaolo Malomo, presidente regionale Aipo.