Guida ubriaco e senza patente, arrestato. Denunce a Rende

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

carabinieri di rendeI carabinieri di Rende hanno rintracciato ed arrestato un 31enne del posto, sul quale pendeva un ordine di carcerazione per scontare una pena di 3 mesi di reclusione nonché il pagamento di 800 euro di multa, per i reati di “guida senza patente” e “guida in stato di ebbrezza” commessi a Cosenza, nel mese di agosto 2012. L’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare.

Nello corso di controlli del territorio tesi a far rispettare il Codice della strada, i militari della Compagnia di Rende hanno deferito in stato di libertà, per “guida in stato di ebbrezza” un 30enne (1,03 grammi per litro) di Marano Marchesato, un 68enne (1,51 g/l) di Acri e un 36enne (1,12 g/l) di Mendicino.

I militari operanti, durante i controlli, hanno sottoposto gli automobilisti ad accertamento con apparato etilometrico, rilevando un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti dalla legge. Le patenti venivano ritirate e le autovetture affidate a persone idonee alla guida. Segnalati due soggetti alla prefettura in quanto consumatori di sostanze stupefacenti.

Infine, i carabinieri di San Pietro in Guarano hanno denunciato in stato di libertà un 38enne, un 23enne, un 47enne e un 52enne residenti a Mendicino, per i reati di “furto aggravato, truffa e attentato alla sicurezza degli impianti del gas”, avendo accertato, unitamente a personale della società Italgas, che i quattro condomini avevano manomesso l’impianto e si erano allacciati abusivamente ai contatori del gas, con grave pregiudizio per le condizioni di sicurezza dell’impianto stesso. L’erogazione veniva interrotta e i contatori sottoposti a sequestro.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM