Rogo auto De Cicco, la solidarietà di Occhiuto: “Grave e inquietante”

Carlomagno Jeep agosto 18
auto bruciata Francesco De Cicco
Vigili del fuoco domano le fiamme dell’auto di Francesco De Cicco

“È un atto doloso, inquietante e grave, quello attuato contro l’auto dell’assessore Francesco de Cicco. Un’azione delinquenziale in piena regola che colpisce non soltanto un mio efficientissimo collaboratore ma tutta l’Amministrazione comunale che lavora per migliorare la città”.

Il sindaco Mario Occhiuto esprime solidarietà, a nome suo e della Giunta, al delegato alla Partecipazione, alle frazioni e ai quartieri nonché alla Manutenzione delle strade e della rete idrica.

“Sono profondamente costernato per quanto accaduto – aggiunge Occhiuto – Soltanto ieri, prima dell’intimidazione alla sua autovettura, l’assessore De Cicco aveva tenuto, alla presenza del Questore, una importante riunione della Consulta dei Comitati di Quartiere al cui centro sono state messe le istanze dei cittadini in termini di ordine pubblico e sicurezza”.

L'assessore Francesco De Cicco
L’assessore Francesco De Cicco

“Ora la magistratura indaga su possibili legami tra l’esplosione avvenuta ieri sera e l’attività di amministratore. All’amico Francesco, al quale va tutta la nostra vicinanza, dico di non scoraggiarsi e di proseguire nel suo impegno al servizio della gente con immutata motivazione”.

Solidarietà anche da Caputo, Presidente del Consiglio comunale di Cosenza

“Il deprecabilissimo episodio della scorsa notte, concretizzatosi nel grave atto intimidatorio perpetrato nei confronti dell’Assessore De Cicco, è il segnale di come stia diventando difficile amministrare la cosa pubblica, anche quando si è amministratori solerti, che stanno vicino alla gente, interpretandone bisogni, esigenze e difficoltà”.

Lo ha affermato il Presidente del Consiglio comunale Pierluigi Caputo, nell’esprimere solidarietà, a nome di tutta l’assemblea di Palazzo dei Bruzi,  all’Assessore ai Quartieri e alla Manutenzione Francesco De Cicco, dopo l’atto intimidatorio subìto la notte scorsa.
“Un atto intimidatorio – sottolinea ancora il Presidente Pierluigi Caputo, a nome di tutto il Consiglio comunale-  è per sua natura un gesto riprovevole, ma se è sferrato, come nel caso di specie, contro chi sta sempre e con fatti concludenti dalla parte del cittadino, non può che suscitare sentimenti di forte sdegno.

Confidando nell’operato delle autorità preposte, affinché sul grave episodio sia fatta piena luce, – conclude Caputo – rinnoviamo all’Assessore De Cicco vicinanza e sostegno, invitandolo a moltiplicare ancora di più il suo impegno a favore della città di Cosenza e a non lasciarsi scoraggiare. Chi ha pensato di condizionare il suo operato ha fatto male i suoi conti, perché Francesco De Cicco andrà avanti per la sua strada che è quella dell’impegno e del miglioramento della vivibilità della nostra città e dei suoi quartieri”.