Sicurezza nella zona industriale di Rende, Manna chiama il Prefetto

Carlomagno campagna novembre 2018

Zona industriale rendeI recenti furti nella zona industriale di Rende hanno portato il primo cittadino Marcello Manna a richiamare l’attenzione del prefetto di Cosenza Gianfranco Tomao.

Di questa mattina la notizia di una convocazione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica per affrontare il nodo sicurezza nell’area più produttiva della provincia di Cosenza.

Manna vuole portare in evidenza, problematiche relative ai rappresentanti delle aziende presenti nella zona industriale in merito alla ripresa dei furti (due nel mese di gennaio) e dei danneggiamenti agli insediati, soprattutto in orario notturno, comportando problemi alla sicurezza delle persone impegnate nelle attività produttive nelle stesse ore.

Uno dei problemi irrisolti sembra essere il sistema di videosorveglianza pubblico. In zona quasi tutte le aziende sono munite di telecamere private interne, ma all’esterno, sulle strade pubbliche, quei pochissimi occhi elettronici presenti sono mal funzionanti, un fattore che agevola i malviventi ad agire pressoché indisturbati nei raid notturni.

Intanto, resta ancora ignoto l’autore della sparatoria presso il ristorante “Fratelli La Bufala” dove nella notte tra mercoledì e giovedì una persona ha esploso almeno sei colpi di pistola contro le vetrate del locale. Un’intimidazione su cui stanno indagando a ritmo serrato i carabinieri della compagnia di Rende.