Smercio di capi contraffatti e furto, sequestro e denunce a Cosenza

Carlomagno campagna ottobre 2018

Furto di energia e smercio di capi contraffatti, denunce a CosenzaI Carabinieri della Compagnia di Cosenza, ieri pomeriggio hanno eseguito un servizio coordinato finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in generale nonché al contrasto dell’abusivismo commerciale presso Corso Mazzini di Cosenza.

Le decine di pattuglie hanno eseguito numerose perquisizioni domiciliari d’iniziativa con l’ausilio di personale Enel che ha portato alla denuncia in via Popilia di un soggetto per furto di energia elettrica, essendosi allacciato direttamente alla linea principale.

Inoltre, presso Corso Mazzini, i militari fermavano un giovane di origine marocchina, il quale era intento a vendere capi di vestiario con marchi contraffatti e che pertanto veniva deferito a piede libero.

Una successiva perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’uomo ha consentito di recuperare ulteriore materiale per un totale di 10 giubbini, sedici paia di scarpe da ginnastica e tre tute complete modello felpato di vari brand di abbigliamento, tutti contraffatti. Infine, è stato svolto un servizio di filtraggio presso le principali vie di comunicazione con posti di controlli rinforzati con unità cinofile antidroga.

L’attività ha consentito di segnalare alla locale Prefettura quattro persone trovate in possesso di modici quantitativi di sostanze stupefacenti e di denunciarne un altro per porto abusivo di coltello.