Ponte di Calatrava, Occhiuto a Roma: “Simbolo di una città che cresce”

Interventi a Roma di Jole Santelli e del sinologo Sisci. All'inaugurazione sarà presente Santiago Calatrava, l’architetto che ha progettato l’opera poi realizzata dall’impresa Cimolai

Carlomagno Faro istituzionale
conferenza camera occhiuto calatrava
Da ninistra Jole Santelli, Mario Occhiuto e Francesco Sisci

“In un Paese in cui diventa sempre più difficile realizzare opere pubbliche di qualità e soprattutto completare i lavori in tempi brevi, c’è un Sud che cresce e che in Italia diventa simbolo del buon governo delle città”. Lo ha detto a Roma il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto illustrando ai giornalisti presenti a Montecitorio gli aspetti del ponte di Calatrava, opera che sarà inaugurata il prossimo 26 gennaio alla presenza del noto architetto spagnolo.

“Tengo a sottolineare – ha aggiunto Occhiuto – che il nostro bilancio, per quanto riguarda le moltissime opere pubbliche realizzate e quelle in corso di costruzione nella città di Cosenza, è davvero positivo e incoraggiante. Parlo dei restauri dei monumenti, degli edifici pubblici e dei ponti storici, delle tantissime nuove piazze e dei percorsi pedonali con piste ciclabili, nonché dell’Osservatorio astronomico, dei BoCs art con il Museo di Arte contemporanea, del Museo di Alarico, dei fiumi navigabili e ancora del viale del Benessere con la Metro di superficie, nonché della Ciclopolitana, del nuovo stadio con la ‘Città dello sport’, della rigenerazione delle periferie e delle aree marginali, dei nuovi progetti di edilizia sociale e di recupero del Centro storico”.

Il vicesindaco Jole Santelli ha affermato che si tratta di “un ponte simbolo di una nuova città che avanza, un presidio culturale capace di attrarre nuovi visitatori per far conoscere la nostra bella Cosenza, ma anche un segno architettonico che sa di speranza, dedicato ai giovani che sono il nostro futuro”.

Francesco Sisci, sinologo esperto di storia e tradizioni cinesi, docente dell’Università del Popolo di Pechino, ha evidenziato che il ponte di Calatrava di Cosenza “è la testimonianza che anche nel Sud d’Italia le infrastrutture possono essere realizzate bene e velocemente collegando al Nord Europa. Per non parlare – ha aggiunto l’esperto sinologo – del dinamismo dell’espansione travolgente dell’Asia verso cui la Calabria a grandi passi si proietta”.

Il ponte di Calatrava di Cosenza sarà inaugurato il prossimo 26 gennaio con una solenne cerimonia a cielo aperto curata da Valerio Festi, il cui studio, è scritto in una nota dell’amministrazione comunale “è annoverato tra i più affermati a livello internazionale nell’organizzazione di eventi di questo genere”.

In occasione dell’inaugurazione del ponte, il 26 gennaio sarà a Cosenza Santiago Calatrava, l’architetto che ha progettato l’opera poi realizzata dall’impresa Cimolai, la stessa che ha contribuito alla ricostruzione di Ground Zero a New York, al recupero della nave Concordia e, tra le tante altre attività, ai lavori del New Safe Confinement di Chernobyl.