Rifiuti pericolosi vicino l’officina, sequestro e denuncia

Carlomagno Faro istituzionale

sequestro officina san marco argentanoI militari della compagnia carabinieri di San Marco Argentano, a seguito di accertamenti mirati al rispetto della vigente normativa in materia ambientale, nello stesso comune, hanno posto sotto sequestro preventivo un’area esterna di circa 150 metri quadri adibita sia ad auto-carrozzeria che ad officina meccanica. Il proprietario, S.R. 68enne del posto, è stato denunciato per violazioni ambientali.

I militari giunti sul posto, hanno rinvenuto lungo il perimetro esterno dell’attività commerciale, tutti depositati in modo incontrollato e su nudo terreno privo di alcun sistema di impermeabilizzazione, con conseguente potenziale inquinamento, diverse tipologie di rifiuti speciali pericolosi e non, nella fattispecie, motori non bonificati, filtri di olio esausto, pneumatici usurati, plastica, parti meccaniche di veicoli con evidente fuoriuscita di olio che defluiva sul nudo terreno, radiatori, materiale ferroso e numerose lastre frantumate ed in pessimo stato di conservazione di onduline di “verosimile” cemento amianto eternit.

Inoltre, la stessa autocarrozzeria, era priva di autorizzazione alle emissioni diffuse nell’ambiente necessaria per poter svolgere l’attività.