Acri, aggrediscono passanti e carabinieri con sassi e calci: arrestati

Carlomagno campagna ottobre 2018

Carabineri di AcriI Carabinieri della Compagnia di Rende, stazione di Acri, hanno arrestato ieri sera due uomini trentenni di nazionalità rumena, con l’accusa di violenza, resistenza, minaccia a pubblico ufficiale, nonché lesioni personali.

I due, in evidente stato di ebbrezza, nel centro di Acri, sono stati visti molestare i passanti e gli automobilisti mettendosi in mezzo la strada e lanciando sassi e bottiglie in vetro contro le persone, incuranti dei danni seri che avrebbero potuto provocare.

Dopo una segnalazione al 112, i militari di Acri sono intervenuti in via Europa dov’era stata segnalato l’episodio. Nel tentativo di calmare e allontanare i due, per tutta risposta i militari sono stati insultati e spintonati.

Nel frattempo, giunti i rinforzi dei colleghi di Bisignano e Rende i due ubriachi, prima di essere immobilizzati e arrestati hanno continuato a opporre una violenta resistenza colpendo con calci e testate i carabinieri, provocando a tre di loro, lesioni per le quali sono state necessarie le cure dei sanitari del pronto soccorso dell’Ospedale “Beato Angelo”.

Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Rende, in attesa del rito direttissimo.