Controlli sulle piste di Camigliatello, sequestrati 800 articoli da Sci

Nel corso di controlli di prevenzione i finanzieri di Cosenza hanno prestato soccorso a 10 sciatori spericolati. Un giovane ha investito una sciatrice procurandole lesioni

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

prodotti sciatori sequestrati camigliatelloOltre 800 prodotti per gli sport invernali, tra cui sci, caschi protettivi, tavole da snowboard e scarponi tecnici, sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Cosenza e dai colleghi della Tenenza di San Giovanni in Fiore presso gli impianti sciistici di Camigliatello Silano.

I finanzieri, nel corso di controlli, hanno accertato in un negozio di articoli per sciatori che il commerciante era senza licenza di vendita, per cui è scattato il sequestro e la segnalazione amministrativa. I prodotti sequestrati hanno un valore economico-commerciale che supera i trentamila euro. Durante le stesse verifiche, le fiamme gialle, hanno sequestrato 5 motoslitte presso alcune attività di noleggio non in regola con l’autorizzazione al fitto dei mezzi.

Dopo una intesa con l’Arsac, i finanzieri cosentini sono da giorni impegnati presso gli impianti di Camigliatello a seguito delle imponenti nevicate che hanno attirato molti turisti sulle piste da sci, allo scopo di prevenire incidenti e fornire assistenza di primo soccorso, nonché constatare violazioni del “codice” comportamentale sulle piste.

Nel corso di queste attività, personale del Soccorso alpino del corpo ha soccorso 10 sciatori “spericolati” che si sono infortunati a causa di imprudenze che potevano costare care. In particolare uno sciatore è stato multato per violazione delle regole di comportamento sulle piste poiché provenendo “da monte” non manteneva le distanze minime di sicurezza e, scivolando sul manto nevoso, ha investito una sciatrice “a valle” provocandole lesioni.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM