E’ morto Mondonico: allenò Atalanta, Torino, Napoli e Cosenza

Il "baffo di Rivolta" è morto all'età di 71 anni dopo una lunga malattia. A dare l'annuncio la figlia Clara su Fb. Calcio in lutto

Carlomagno Lancia Ypsilon ibrida Giugno 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Emiliano Mondonico
Emiliano Mondonico

Il calcio in lutto: è morto Emiliano Mondonico, celebre allenatore di Torino e Atalanta. “Ciao Papo…. sei stato il nostro esempio e la nostra forza… ora cercheremo di continuare come ci hai insegnato tu… eternamente tua”: così Clara Mondonico, figlia di Emiliano, annuncia su facebook la morte del padre. Mondonico, 71 anni, era malato da tempo.

Nato a Rivolta d’Adda, il 9 marzo 1947, Emiliano Mondonico era cresciuto della Rivoltana, squadra dilettantistica del suo paese. Nel 1966 fu ingaggiato dalla Cremonese, con cui giocò una stagione in Serie D e una in Serie C. Quache anno più tardi esordì in Serie A con la maglia del Torino. Dopo due stagioni scese di categoria per giocare con il Monza (23 gare e 7 reti) e ritornare in A nel 1971-72 all’Atalanta.

Come tecnico, il “baffo di Rivolta”, come lo chiamavano, allenò Cremonese, Atalanta, Torino, Napoli, Cosenza, Novara e Albinoleffe. Col Cosenza in B venne chiamato nella stagione 2001-02 a sostituire Luigi De Rosa sulla panchina rossoblù, venendo poi esonerato per essere di nuovo richiamato la stagione successiva.

Quando disse “Io sono innamorato del calcio”

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM