Mezzo chilo di cocaina pura e 45 mila euro in casa, in cella 40enne

L'arresto è stato effettuato a Casali del Manco, il nuovo comune della Presila cosentina, dai carabinieri della Compagnia di Rogliano.

Carlomagno campagna ottobre 2018

carabinieri rogliano soldi drogaOltre mezzo chilo di cocaina purissima e 78 grammi di hascisc assieme a quasi 45 mila euro in contanti e munizioni per armi da guerra. E’ quanto hanno sequestrato a Casali del Manco, nuovo comune della Presila cosentina, i carabinieri della Compagnia di Rogliano che hanno arrestato S.A. di 40 anni, commerciante porta a porta di bombole di gas.

I militari della stazione di Pedace, coadiuvati dallo Squadrone eliportato Cacciatori e di una unità cinofila, hanno prima controllato il deposito di bombole a Trenta, dove non è stato trovato nulla, e poi l’abitazione dell’uomo a Casole Bruzio. S.A., che inizialmente non aveva manifestato segni di insofferenza, quanto i militari sono giunti nell’abitazione ha consegnato, forse sperando di evitare ulteriori approfondimenti, una busta con l’hascisc.

La perquisizione è comunque proseguita con l’ausilio di un cane antidroga che ha guidato i militari verso un armadio guardaroba a muro nel cui doppio fondo hanno scoperto una busta sottovuoto con 556 grammi di cocaina purissima che, se adeguatamente tagliata e venduta al dettaglio, avrebbe potuto fruttare circa 75.000 euro. Insieme alla droga è stato rinvenuto il denaro contante custodito in una scatola da scarpe: si tratta di una somma pari a 44.550 euro in banconote da 100, 50 e 20 euro, ritenuto probabile provento della pregressa attività di spaccio degli stupefacenti.

Inoltre, è stato ritrovato anche materiale impregnato di entrambe le tipologie di sostanza ed utilizzato per il confezionamento in dosi, tra cui un bilancino di precisione e una macchinetta per il confezionamento sottovuoto

In un cassetto sono stati rinvenuti una cartuccera con 35 munizioni da guerra calibro 7,62, utilizzabili per diversi tipi di armi da guerra come AK-47 Kalashnikov e MG 42/59.  L’uomo espletate le formalità di rito, è stato associato al carcere di Viale Mancini, a Cosenza.

Il Comandante dei Carabinieri Sutera: “Consumo di droga in crescita”

Ancora una volta – sottolinea il comandante provinciale dei Carabinieri di Cosenza Piero Sutera – la professionalità e l’intuito investigativo dei militari dell’Arma hanno impedito l’immissione nelle piazze di spaccio di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente”.

Infatti, – spiega il tenente colonnello – nel 2018 l’azione condotta nello specifico ambito operativo dai Carabinieri del Comando Provinciale di Cosenza è stata serrata, come dimostrano i dati registrati nel primo trimestre: ad oggi, sono stati sequestrati circa 18 kg. di marijuana, oltre 14 kg. di hashish, quasi 1,3 kg. di cocaina ed ancora 140 grammi di eroina, a riprova che purtroppo i consumi di sostanza stupefacente sono in netta crescita”.

“Si tratta certamente di un fenomeno che colpisce tutte le fasce d’età, anche giovani non ancora maggiorenni; e soprattutto il fenomeno deve considerarsi trasversale, giacché riguarda tutte le classi sociali, come comprovato dallo spaccato delle 92 persone segnalate alla Prefettura di Cosenza quali assuntori di sostanze stupefacenti e dall’elevato numero di patenti di guida ritirate per guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti”, ha concluso il comandante.

Casali del Manco è il nuovo comune della provincia di Cosenza, nato dalla fusione dei comuni Presilani di Casole Bruzio, Pedace, Serra Pedace, Spezzano Piccolo e Trenta. E’ stato istituito il 5 maggio 2017 dalla legge regionale n. 11 del 2017, a seguito dell’approvazione di un referendum tenutosi il 26 marzo 2017.