Pioggia di milioni per i quartieri degradati di Cosenza

E' quanto approvato dalla giunta Occhiuto. All'Ultimo Lotto di Via Popilia previsti gli ascensori dove vi sono anziani intrappolati in casa. Poi interventi in tutte le aree marginali: 30 milioni

Carlomagno Jeep Compass Febbraio 2021

Cosenza, il sindaco Occhiuto nomina capo di gabinetto Antonio MolinariLa giunta comunale di Cosenza presieduta dal sindaco Mario Occhiuto ha approvato importanti provvedimenti per la riqualificazione delle aree marginali della Città.

Tra le azioni recenti, spiega una nota, alcune delibere siglate in una seduta di Giunta e definite di importanza storica, istruite dall’assessore alla Riqualificazione urbana Francesco Caruso, dall’assessore al benessere e alla Qualità del tempo e degli spazi Carmine Vizza e dal settore 7 Infrastrutture e Mobilità, che in parte proseguono e in parte danno ufficialmente il via a progetti di interesse notevole per quello che sarà il futuro assetto urbanistico e sociale.

Tra le azioni c’è il progetto “Valorizzazione dei quartieri e rigenerazione urbana: le periferie come nuove Porte della Città di Cosenza”, progetto ammesso al finanziamento sui fondi relativi a un bando specifico, relativo a interventi per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie delle città metropolitane e dei comuni capoluogo di provincia. L’importo complessivo è di quasi 30 milioni di euro, di cui 18  finanziati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e 11,5 milioni cofinanziati dall’Amministrazione comunale e da soggetti privati.

Il progetto, spiega ancora palazzo dei Bruzi, consiste in un insieme coordinato e ragionato di interventi riguardanti la riqualificazione e la rigenerazione sociale, culturale, architettonica e strutturale di diverse aree periferiche della città,  caratterizzate da situazioni di marginalità economica e sociale, degrado edilizio e carenza di servizi. A tal fine sono stati individuati 5 ambiti di intervento:

ambito di intervento 1  – Riqualificazione urbana lungo il Fiume Crati da Vaglio Lise al Centro Storico;

ambito di intervento 2 – Riqualificazione via Popilia Ultimo Lotto;

ambito di intervento 3 – Riqualificazione San Vito Basso;

ambito di intervento 4 – Riqualificazione San Vito Alto;

ambito di intervento 5 – Riqualificazione contrada Caricchio.

Nello specifico sono previste le seguenti azioni di intervento:

  • Riqualificazione dell’ edificio scolastico via Popilia –Cuturella e delle sue aree di pertinenza esterna, mediante intervento di efficientamento energetico dell’involucro edilizio, per un importo complessivo di € 500.000,00.
  • Riqualificazione edilizia per il collocamento della nuova sede del Comando dei Vigili Urbani, mediante recupero e rifunzionalizzazione spaziale dell’edificio della stazione ferroviaria di Vaglio Lise dato in concessione da RFI (Rete ferroviaria italiana) al Comune di Cosenza, per un importo complessivo di € 1.884.491,23.
  • Realizzazione del Parco delle Scienze, nell’area compresa tra il nuovo Planetario e il ponte di Calatrava, mediante realizzazione di una piazza attrezzata per attività ricreative, eventi culturali e laboratori didattici per i ragazzi, per un importo complessivo di 145.336,88 euro.
  • Riqualificazione degli argini del fiume Crati, mediante bonifica e valorizzazione delle aree del fiume della zona Gergeri-via Popilia; importo complessivo di € 3.614.237,04. Nel dettaglio, il progetto si pone il problema della valorizzazione territoriale, ecologica e culturale del fiume riconoscendogli idealmente la funzione di “corridoio ecologico”, con una estensione e una ampiezza variabile, in grado di mettere in correlazione e “legare” i diversi ambiti della città. L’aspetto della difesa idraulica nel progetto ha assunto chiaramente un carattere prioritario, ma gli interventi previsti di salvaguardia e di messa in sicurezza idraulica sono stati ricondotti all’interno di un’idea di progetto territoriale che può prefigurare nuovi paesaggi in grado di armonizzare le diverse esigenze secondo logiche di interazione territoriale e amministrativa e intersettoriale dalla scala vasta alla scala di dettaglio. Altro obiettivo del progetto è, quindi, la realizzazione di un parco fluviale lungo il corso del fiume Crati, volano di riqualificazione paesaggistico/ambientale e di ricucitura urbana.
  • Riqualificazione di Piazza Toscano nel centro storico della città, mediante bonifica e rifunzionalizzazione dell’area, per un importo complessivo di € 886.040,00.
  • Realizzazione del Belvedere sul fiume Crati, sul lato ovest del Ponte di Calatrava per un importo complessivo di € 4.200.000,00.
  • Riqualificazione di via Popilia Ultimo Lotto, mediante recupero delle facciate degli edifici, realizzazione di un’area mercato coperta, realizzazione di nuovi ascensori in tutti gli alloggi Aterp sprovvisti, e sistemazione degli assi veicolari e di verde urbano. L’importo complessivo previsto è di € 4.374.626,36, che sarà ampliato di ulteriori 3.000.000,00 di euro mediante finanziamenti a valere su “Agenda Urbana”.
  • Riqualificazione di San Vito Basso, mediante la realizzazione di un’area mercatale e di servizi e attrezzature sportive, oltre al miglioramento della viabilità e del verde urbano; importo complessivo di €  976.350,99.
  • Riqualificazione di San Vito Alto – Serra Spiga, mediante la realizzazione di nuovi alloggi di edilizia residenziale sociale confortevoli ed efficienti, oltre al miglioramento e riqualificazione degli spazi esterni, per un importo complessivo di  € 3.834.249,49.
  • Riqualificazione di contrada Caricchio, mediante il recupero e rifunzionalizzazione dell’edificio ex Villaggio del Fanciullo per un importo complessivo di € 506.570,19.
  • Bike Sharing. Interventi di realizzazione di hub per bici di varia tipologia tecnologica, integrati con sistemi di gestione avanzata.  importo complessivo di  € 500.000.

Inoltre, nella stessa seduta di Giunta, è stato approvato il progetto integrale della nuova bretella di collegamento, parallela a via Popilia, che servirà a gestire il traffico con la realizzazione del Parco del benessere prevista su viale Mancini.

Così come anche il progetto per la realizzazione della nuova sede COC (Centro Operativo Comunale) in ambito della Protezione Civile, a valere su finanziamento regionale per un importo complessivo di  € 720.000,00.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb
Seguici anche su TELEGRAM