Tangente per appalto, arrestati dirigente di Calabria Verde e un agronomo

Si tratta di una funzionaria dell'ente forestale, che secondo l'accusa, avrebbe costretto un imprenditore a consegnare una mazzetta da 20 mila euro per un appalto

Carlomagno Jeep Compass Febbraio 2021

Tangente per appalto, arrestati dirigente di Calabria Verde e un agronomoI carabinieri-forestali del reparto parco nazionale della Sila hanno eseguito, al termine di una attività investigativa coordinata dalla procura della Repubblica di Castrovillari, due misure cautelari di arresti domiciliari nei confronti di un dirigente di Calabria Verde e di un libero professionista per il reato di concussione in concorso.

In manette sono finiti Antonella Caruso, di 53 anni, funzionaria di “Calabria Verde” l’ente in house della Regione Calabria che gestisce il settore della forestazione, e Salvatore Procopio, di 60 anni, agronomo. I due sono accusati di concussione per una tangente da 20 mila euro che sarebbe stata pagata per il rilascio di un’autorizzazione boschiva.

In particolare, secondo l’accusa, Antonella Caruso avrebbe costretto un imprenditore boschivo, Antonio Spadafora, di 35 anni, a consegnare i 20 mila euro per ottenere un importante appalto per un’attività di disboscamento nel territorio di Castrovillari. Procopio, a sua volta, sempre secondo l’accusa, avrebbe fatto da tramite, per la richiesta e il pagamento della tangente, tra Antonella Caruso e l’imprenditore boschivo.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà alle ore 12 presso l’Ufficio del reparto parco nazionale della Sila in viale della Repubblica a Cosenza. Alla conferenza stampa interverranno il procuratore capo di Castrovillari Eugenio Facciolla, il comandante del reparto parco nazionale della Sila, capitano Angelo Roseti e il responsabile del Nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale (Nipaaf) di Cosenza, capitano Adolfo Mirabelli.

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb
Seguici anche su TELEGRAM