Scomparsa Mario Gualtieri, il cordoglio di Occhiuto

Carlomagno campagna ottobre 2018
Mario Gualtieri
Mario Gualtieri (frame Tg Rai Calabria)

“Tutta la nostra città è in lutto per la scomparsa del grande Mario Gualtieri, autentico cosentino ed emblema della musica popolare cittadina. Mario era una persona vera e generosa e dall’animo straordinariamente benevolo”.

Sono le parole di cordoglio espresse dal sindaco Mario Occhiuto per la scomparsa dell’amato artista bruzio che tra le altre cose lega il suo nome a un inno storico del Cosenza calcio e dell’identità locale.

“Lo ricordo ancora con affetto e amicizia nella sua ultima grande apparizione – aggiunge Occhiuto – che lo vide esibirsi durante quello che fu il primo concerto di Capodanno della mia esperienza da sindaco. Con viva soddisfazione aveva accolto l’idea di cantare ed era entusiasta di vivere quella occasione insieme ai cosentini e ai tanti visitatori presenti. Gli piacevano moltissimo i cerchi installati nella piazza, e non faceva che ripetermelo. Il freddo rigido – racconta – non lo fermò e fece ballare tutti i presenti in piazza Bilotti, che all’epoca era ancora un parcheggio per auto, con la sua famosa “Zia Teresina”, con la “Chitarra vagabonda” e con i tanti successi musicali interpretati nel corso di una lunga e proficua carriera”.

“Cosenza lo ricorderà per sempre per le sue belle canzoni che hanno descritto la cosentinità più genuina dei sentimenti, come lo ricorderà per la sua grandezza d’animo. Gli giunga un grande e fraterno abbraccio da tutti noi, insieme alle condoglianze più sentite per i suoi familiari che oggi lo piangono con l’intera città”.