Doppio attentato nella notte a Cosenza, distrutti due bar-ristoranti

Si tratta di due tavole calde riconducibili allo stesso proprietario: una in via Caloprese, l'altra in via Padre Giglio. Carabinieri al lavoro per far luce sulla matrice. L'ombra del racket

Carlomagno Faro istituzionale

Bomba nella notte a Cosenza, distrutto locale in via CalopresePaura nella notte a Cosenza, dove ignoti hanno compiuto due attentati ai danni di due locali riconducibili allo stesso proprietario, uno in via Caloprese, l’altro in via Padre Giglio. Nel primo, il “Bilotti Food & Drink”, a due passi da piazza Fera, è stato piazzato all’interno un ordigno esplosivo ad alto potenziale che ha totalmente distrutto il locale, mentre la tavola calda di Padre Giglio è stata incendiata.

Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco e i Carabinieri della Compagnia di Cosenza che per sicurezza hanno evacuato lo stabile di via Caloprese per procedere alle verifiche di staticità dell’edificio nonché alla rimozione delle macerie. Fortunatamente nessun ferito, ma molto panico tra i residenti di entrambe le zone.

A seguito dell’esplosione in via Caloprese si è sviluppato un incendio domato a fatica dai pompieri. Risultano danni alle pareti interne del locale e alle strutture limitrofe. Il portone residenziale accanto al bar è andato anch’esso distrutto.

I militari per tutta la notte hanno sentito il titolare dei due locali e proceduto a una decina di perquisizioni sulla base dei primi sospetti. Indagini serrate sono in corso per risalire agli autori. Il personale dell’Arma ha acquisito tutte le riprese dei circuiti di videosorveglianza presenti nelle due zone.

Il locale “Bilotti Food & Drink”,  aperto a dicembre 2017, è assicurato. Le due intimidazioni sono state compiute simultaneamente tra l’1.30 e le 2 di notte. Secondo una prima ricostruzione degli investigatori le due azioni criminali sarebbero state compiute dalle stesse persone e collegate ad un’unica matrice: il racket delle estorsioni, anche se non si escludono altre ipotesi.