Droga, “Piazza pulita” dei Carabinieri tra Praia e Tortora: 5 arresti

Operazione del comando provinciale di Cosenza. Smantellata rete che faceva scorrere fiumi di cocaina, hashish e marijuana. Documentate oltre trecento cessioni di "roba"


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Una vasta operazione antidroga dei Carabinieri del Comando provinciale di Cosenza è in corso da stamane nei territori dell’alto Tirreno cosentino.

I militari di Scalea, con colleghi di Paola, San Marco Argentano e con unità cinofili stanno dando esecuzione a un provvedimento cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Paola, Maria Grazia Elia, su richiesta della locale Procura della Repubblica, pm Antonio Lepre, nei confronti di 8 persone, ritenute responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini, hanno permesso di accertare l’operatività di fiorenti ed autonome piazze di spaccio di cocaina, hashish e marijuana, nei comuni di Praia a Mare e Tortora, documentando, attraverso prolungate attività di intercettazione e mirati servizi di osservazione, oltre trecento cessioni di droga, approvvigionato dagli indagati nell’area metropolitana di Napoli e nel comune di Cetraro.

L’operazione, convenzionalmente denominata “Piazza Pulita”, ha portato all’arresto di 5 soggetti, tre dei quali tradotti presso il carcere di Paola, due agli arresti domiciliari, mentre tre sono stati raggiunti da obblighi e divieti di dimora.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER