Il Marulla col manto erboso pieno di sabbia, a rischio Cosenza-Verona

E' bufera sul sindaco Occhiuto che aveva rivendicato il merito di aver fatto effettuare i lavori "in tempi record". Sui social: "Una figuraccia"

Carlomagno campagna novembre 2018

terreno gioco San Vito MarullaDoveva essere pronto e fatto a “regola d’arte” lo stadio del Cosenza San Vito-Marulla. E invece no. Gli avversari dell’Hellas Verona, in città per incontrare alle 18 i rossoblù nella seconda gara del campionato di Serie B, hanno trovato il campo impraticabile, cioè il manto erboso pieno di sabbia. Così il club si è rivolto alla Lega che ha deciso di ispezionare il terreno di gioco.

Al momento nessuno conosce la decisione della Lega, ma c’è comunque il rischio di un rinvio della partita, con diecimila spettatori paganti che sono giustamente infuriati. Se l’Hellas, e soprattutto l’arbitro, daranno il via libera si potrebbe giocare alla data stabilita.

Qualche giorno fa il sindaco di Cosenza, Mario Occhiuto, aveva rivendicato il merito di aver proceduto a rizollare il terreno di gioco “in tempi record”, acclamando ed esaltando amministratori, tecnici e ditte impegnate nei lavori di rifacimento, ma è si è rivelato un annuncio infelice dal momento che sui social al primo cittadino sono rivolte critiche. “Una figuraccia”, l’ha bollata più di qualcuno. Da palazzo dei Bruzi, al momento, non è giunta nessuna spiegazione.