Nicola Morra vicino alla presidenza della Commissione antimafia

Il senatore cosentino del M5s è il candidato della maggioranza giallo-verde. La prossima settimana 'l'organismo dovrebbe eleggerlo presidente

Carlomagno campagna novembre 2018
Nicola Morra
Nicola Morra

E’ il senatore cosentino del M5s, Nicola Morra, il candidato della maggioranza giallo-verde per la presidenza della Commissione parlamentare antimafia. Ieri, in tarda serata, il senatore pantastellato, nello scrutinio segreto interno ai Cinque Stelle che dovrebbe esprimere il presidente, ha ottenuto 9 preferenze su 17, battendo il collega M5S Mario Michele Giarrusso, già componente della Commissione parlamentare antimafia nella scorsa legislatura.

Non si tratta ancora dell’investitura ufficiale al vertice della Commissione; la prossima settimana, a quanto si apprende, si dovrebbero riunire i componenti della stessa Commissione che voteranno il presidente. Certamente però, dopo il voto di ieri sera Morra è il favorito.

L’accordo della maggioranza prevede che il candidato della Commissione antimafia sia un esponente grillino e che arrivi dal Senato dal momento che nella passata legislatura la presidente era un deputato, la Pd Rosy Bindi.

Alla sua seconda legislatura con il Movimento 5 stelle, Morra 55 anni, è nato a Genova ma vive da anni a Cosenza dove, prima di lanciarsi nell’agone politico, è stato docente di storia e filosofia in vari istituti superiori. Con i pentastellati è stato per pochi mesi, nel 2013, capogruppo al Senato (nel M5s i presidenti dei gruppi ruotano, ndr) e vcepresidente della I Commissione permanente Affari costituzionali, dov’è stato poi segretario.