Serie B, Crotone Brescia 2-2

Black Friday Carlomagno novembre 2018
Budimir esulta dopo il goal del pareggio in Crotone Brescia
Budimir esulta dopo il goal del pareggio in Crotone Brescia

Crotone e Brescia hanno pareggiato 2-2, nell’anticipo della 6° giornata del campionato di calcio di Serie B, disputato allo stadio Ezio Scida. Gli ospiti sono passati in vantaggio con Donnarumma all’11’ del primo tempo, ma nella ripresa sono stati raggiunti dalla rete di Budimir, sempre all’11’. Dall’Oglio al 26′ ha riportato avanti le ‘Rondinelle’, ma i calabresi hanno riacciuffato il pari al 96′ ancora con Budimir, questa volta su calcio di rigore.

La cronaca

Una partita di straordinaria intensità, giocata per più di ottanta minuti in undici contro dieci, che gli squali avrebbero meritato di vincere “ai punti” ma che riescono a riacciuffare solo in pieno recupero grazie ad un sacrosanto calcio di rigore.

Un match iniziato subito in salita: al 9′ minuto intervento in area di Golemic su Torregrossa. Massima punizione che ci sta, cartellino rosso – per le nuove indicazioni sul DOGSO (Deny Obvious Goal Score Opportunity) – molto meno: Donnarumma va dal dischetto ed è 0-1. La reazione degli uomini di Stroppa, che si riorganizza con un 4-3-2, è però veemente e fioccano le occasioni per il pari con Stoian e, a più riprese, Budimir che impegnano Alfonso. Nel frattempo un paio di episodi da moviola paiono ancora penalizzare i rossoblù ma la sostanza non cambia e la prima frazione si chiude con le rondinelle in vantaggio.

Si riparte nel secondo tempo con lo stesso leitmotiv: il Crotone attacca e il Brescia tenta di ripartire, forse più frequentemente che nei primi quarantacinque minuti. Al 56′ si sblocca Ante Budimir: cross dalla destra del solito Firenze e colpo di testa vincente dell’attaccante. Inizia ad affiorare un po’ di stanchezza e il Crotone rifiata senza rischiare più di tanto fino al 70′ quando, da uno schema non perfettamente riuscito su una punizione a favore dal limite dell’area ospite, parte il contropiede degli azzurri concluso con il cross di Tonali e con Dall’Oglio che stacca e mette alle spalle dell’incolpevole Cordaz.

Entrano forze fresche, Rohden e Simy per Stoian e Nalini, ma è ancora Budimir, in grande spolvero, il più pericoloso con un tiro a volo, e, dopo l’occasione per l’1-3 di Spalek, con un bell’assist per Faraoni: la porta bresciana continua a sembrare stregata.

Ma in pieno recupero, al 96′ minuto, è proprio la punta croata ad essere travolta in uscita dal portiere Alfonso costringendo Marinelli a fischiare il secondo rigore della serata e firmando la trasformazione dagli undici metri per il definitivo 2-2. Un pareggio amaro, per il gioco e le tante occasioni nonostante l’inferiorità numerica, ma che lascia certamente indicazioni positive per il futuro.

Il tabellino della partita

CROTONE: Cordaz; Sampirisi, Golemic, Marchizza; Firenze, Molina (55′ Faraoni), Benali, Stoian (75′ Rohden), Martella; Budimir, Nalini (77′ Simy). A disp.: Festa (GK), Curado, Crociata, Barberis, Zanellato, Vaisanen, Valietti, Spinelli, Aristoteles. All. Stroppa

BRESCIA: Alfonso; Sabelli (75′ Cistana), Romagnoli, Gastaldello, Curcio; Martinelli (66′ Spalek), Tonali, Dall’Oglio; Bisoli; Torregrossa, Donnarumma (61′ Morosini). A disp.: Andrenacci (GK), Mateju, Ndoj, Ferrari, Tremolada. All. Corini

ARBITRO: Marinelli di Tivoli

MARCATORI: 12′ Donnarumma su rigore (B), 56′ Budimir (C), 70′ Dall’Oglio (B), 90’+6 Budimir su rigore (C)
AMMONITI: 37′ Martinelli (B), 73′ Spalek (B), 85′ Faraoni (C)
ESPULSI: 9′ Golemic (C)