Nozze finte con immigrati, sgominata rete italo-marocchina

Blitz del Ros a Cosenza. Tre arresti (in tutto 9 indagati). Gruppo organizza matrimoni fittizi per fare favorire l'immigrazione clandestina. Indagine scattata per sospetto terrorismo

Carlomagno campagna novembre 2018

Nozze finte con immigrati, sgominata rete italo-marocchinaI carabinieri del Ros e del comando provinciale di Cosenza stanno eseguendo un provvedimento cautelare, emesso dalla locale Procura della Repubblica, nei confronti di 3 persone nonché le perquisizioni domiciliari in casa di altri 6 soggetti, tutti indagati per favoreggiamento della permanenza illegale di stranieri nel territorio italiano.

L’operazione, inizialmente condotta nei confronti di cittadini marocchini sospettati di essere coinvolti in attività terroristiche, avrebbe documentato l’esistenza di un gruppo criminale composto da soggetti italiani e marocchini che, dietro compensi  tra i 4 e di 7 mila euro, organizzava matrimoni fittizi tra cittadini extracomunitari e donne italiane, permettendo ai primi di ottenere il permesso di soggiorno provvisorio nonché il rilascio di ulteriore documentazione amministrativa.

In totale sono 7 i matrimoni che sarebbero risultati fittizi. A capo della banda ci sarebbe stato un italiano, con la complicità di due connazionali, che sono le persone a carico delle quali è stato eseguito il provvedimento.

I particolari dell’operazione, in codice “San Valentino” saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà in mattinata presso gli uffici della Procura di Cosenza.