Due casi di “lupara bianca” tra Crotone e Vibo, indagini

Carlomagno campagna Jeep Compass dicembre 2018

Due casi di lupara bianca tra Crotone e Vibo, indagini I carabinieri dello Squadrone “Cacciatori” di Calabria, unitamente al gruppo dei carabinieri subacquei, stanno setacciando il fiume Mesima e l’intera Vallata a cavallo dei territori comunali di Mileto e Dinami alla ricerca del corpo di Francesco Vangeli, il 26enne di Scaliti di Filandari – nel Vibonese – di cui non si hanno più notizie dal 9 ottobre scorso.

Giorno 11 ottobre la sua auto, una Ford Fiesta – è stata ritrovata completamente carbonizzata non lontano dallo svincolo autostradale di Mileto. Si teme un nuovo caso di “lupara bianca”. A coordinare le indagini è il pm della Procura di Vibo Valentia Luca Ciro Lotoro. L’attività investigativa e di ricerca del cadavere è seguita anche dai carabinieri del Norm della Compagnia di Vibo e da quelli del Nucleo investigativo.

Ancora mistero sulla scomparsa dell’allevatore crotonese

Un altro possibile caso di “lupara bianca” è quello ipotizzato per l’allevatore Massimo Vona, scomparso nel nulla nelle scorse settimane da Petilia Policastro, nel Crotonese. Il 30 ottobre scorso, intorno alle 14, l’uomo, con qualche precedente datato, aveva riferito alla moglie di dover incontrare una persona e che doveva poi raggiungere, a bordo della sua auto, il suo allevamento alla periferia del paese, ma dal suo gregge Vona non è mai arrivato. La Fiat Punto del 44enne, è stata trovata bruciata la scorsa settimana in campagna.