Aveva illegalmente in casa reperti archeologici, denunciato

Carlomagno campagna novembre 2018

Alcuni reperti rinvenuti

Reperti archeologici detenuti illegalmente sono stati scoperti dai carabinieri di Cirò Marina insieme a quelli del Nucleo Tutela patrimonio culturale di Cosenza, a casa di un pensionato di 69 anni che è stato denunciato all’autorità giudiziaria per il possesso non autorizzato.

Uno dei reperti rinvenutiIn particolare, al termine di una perquisizione domiciliare, l’uomo è stato trovato in possesso di una campana navale appartenente al relitto sommerso del “Caccia Torpediniere Lince”, nonostante esplicita richiesta avanzata dal competente ente comunale per la successiva consegna al locale museo. Nel medesimo contesto, sono stati rinvenuti e sequestrati due piedi integrali di anfore, un collo di anfora e due anse di anfora.