Ai domiciliari per rapina spacciava droga, arrestato. Rischia il carcere

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Polizia commissariato rossanoEra agli arresti domiciliari per estorsione e rapina ma da casa continuava a delinquere spacciando droga. Così un coriglianese 25enne, A.D., è stato nuovamente arrestato dai poliziotti del Commissariato di Corigliano-Rossano con l’accusa di detenzione di droga ai fini dello spaccio.

Nel corso di controlli di routine della Polizia, tesi ad accertare il rispetto degli ordini del giudice presso soggetti sottoposti a sorveglianza, si sono insospettiti e hanno deciso di effettuare una perquisizione in casa del giovane.

Gli agenti hanno trovato marijuana già suddivisa in dosi pronte per essere smerciata, tutto l’occorrente per il confezionamento, compreso un bilancino di precisione nonché 500 euro in banconote di piccolo taglio, ritenuti provento delle attività di spaccio. Il venticinquenne rischia di finire in carcere.