Omicidio Antonio Barbieri, arrestate due persone. Hanno confessato


Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

Arresto omicida Barbieri

Svolte nelle indagini dell’omicidio di Antonio Barbieri. Nella notte la Polizia ha fermato due persone accusate dell’omicidio del ventiseienne ferito a colpi di pistola in un agguato compiuto la sera del 12 gennaio 2019, a Rossano scalo, e morto due giorni fa all’ospedale di Cosenza.

Si tratta di Cristian Filadoro, di 27 anni, e Vincenzo Fornataro, di 33, entrambi di Corigliano. Il primo ha precedenti per estorsione, spaccio di droga e rapina, il secondo per furto e spaccio di droga. I magistrati della Procura di Castrovillari hanno a lungo interrogato le due persone, che alla fine hanno confessato e quindi sottoposte a fermo dagli agenti del commissariato di Corigliano-Rossano.

Il movente, secondo quanto è emerso è passionale. L’esecutore materiale dell’omicidio sarebbe Filadoro, mentre Fornataro lo avrebbe accompagnato a compiere la missione di morte.

Antonio Barbieri era stato trovato dalla polizia riverso sul sedile della sua auto, una Mercedes, con ferite di arma da fuoco alla testa. Era stato portato d’urgenza nell’ospedale di Rossano e poi trasferito a Cosenza, dove è deceduto dopo qualche giorno.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb