Serie B, Cosenza si supera contro la Cremonese: 2-0. Salvezza vicina

Carlomagno Panda Ibrid Luglio 2021
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Bruccini segna il rigore del 2-0 del Cosenza sulla Cremonese
Bruccini segna il rigore del 2-0 del Cosenza sulla Cremonese

Il Cosenza trionfa al Marulla contro la Cremonese, sconfitta 2-0 in una giornata bella ed entusiasmante per i padroni di casa. Reti nella ripresa di Sciaudone e Bruccini. Ospiti in affanno sin dal dal primo minuto. Cosenza che si fa vedere sempre più insidioso e al 20’ si permette anche di sbagliare un penalty. Baez calcia dal limite, la palla carambola sul braccio di Caracciolo e per l’arbitro è rigore: dal dischetto va Litteri, Ravaglia si distende sulla sua sinistra e respinge in angolo. E’ gelo e paura al San Vito.

Nonostante lo scampato pericolo, la Cremonese fatica a cambiare l’inerzia della gara ed è Litteri ad avere una buona occasione poco dopo il 25’ ma il suo colpo di testa sorvola la traversa.

Al 32’ Bruccini a pochi passi da Ravaglia colpisce il palo. Al 39’ Piccolo serve un pallone d’oro a Strizzolo, che a tu per tu con Perina calcia a lato. Dall’occasione sfumata nasce un parapiglia che costa l’espulsione a Terranova per una scorrettezza (una testata) su Baez, nella circostanza ammonito.

La ripresa si apre con una conclusione di Sciaudone che non centra lo specchio della porta (3’). La pressione del Cosenza si trasforma in gol al 10’ quando Sciaudone in una mischia in area va a incornare una punizione dalla sinistra di Palmiero, portando in vantaggio i padroni di casa. La Cremonese torna ad affacciarsi dalle parti di Perina con un tiro di Castagnetti fuori misura.

Al 19’ Sciaudone, servito da Baez, impegna Ravaglia. Il Cosenza resta in dieci al 32’ quando Baez, palesemente spinto, cade in area e viene sanzionato per simulazione: per lui è la seconda ammonizione. Cremonese subito in avanti e Perina salva su Renzetti.

Al 39’ secondo palo del Cosenza con un colpo di testa di Dermaku. Ravaglia si supera su Sciaudone al 42’, ma poi Bruccini insacca il secondo rigore accordato per un altro fallo di mano in area, stavolta di Rondanini. Il barbuto del Cosenza dal dischetto questa volta non sbaglia. Nel finale i Lupi sfiorano la terza segnatura. Rossoblù a 27 punti in classifica e Braglia gongola: Se giochiamo così ci salveremo”.

Tabellino della gara

Cosenza (4-3-3): Perina; Corsi (24’ pt Bittante), Dermaku, Idda (26’ st Capela), Legittimo; Bruccini, Palmiero, Sciaudone; Embalo (46’ pt Garritano), Litteri, Baez. All.: Braglia.

Cremonese (4-3-3): Ravaglia; Mogos, Caracciolo, Terranova, Renzetti; Mbaye, Castagnetti, Soddimo (44’ pt Rondanini); Piccolo (25’ st Carretta), Strizzolo (29’ st Longo), Strefezza. All.: Rastelli.

Arbitro: Baroni di Firenze (Assistenti: Opromolla di Salerno, Capone di Palermo. Quarto ufficiale: De Santis di Lecce).

Note – Espulsi: Terranova (Cr), Baez (Co). Ammoniti: Strizzolo (Cr), Caracciolo (Cr), Sciaudone (Co), Bruccini (Co), Baez (Co). Al 21’ del primo tempo Ravaglia para un rigore a Litteri.

Reti: 10’ st Sciaudone (Co), 42’ st (rig.) Bruccini (Co).

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM