Sequestrata una ditta di autodemolizione, una denuncia

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Sequestrata ditta autodemolizioneI carabinieri forestali hanno sottoposto a sequestro preventivo una ditta di autodemolizione e trattamento di rifiuti ubicata in località “La Bruca”, a Scalea (Cosenza). L’amministratore dell’impianto è stato denunciato per violazione delle normative in materia ambientale.

Il provvedimento è stato emesso dal Gip del Tribunale di Paola a seguito dei controlli effettuati dai quali è emerso che la ditta eseguiva il trattamento di rifiuti non contemplati dall’autorizzazione rilasciata.

Inoltre, è stato accertato che veniva effettuato lo scarico delle acque reflue meteoriche – industriali, derivanti dai piazzali dell’impianto di trattamento dei rifiuti, in un canale anche in questo caso in assenza delle autorizzazioni previste.