Vanno a Sanremo e in tv anziché lavorare, denunciati 2 dipendenti Arcea

Gli impiegati dell'ente della regione Calabria si assentavano con la scusa di badare ai parenti disabili, beneficio concesso dalla 104, ma invece andavano agli spettacoli. Incastrati dalla Finanza

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Vanno a Sanremo e in tv anziché lavorare, denunciati 2 dipendenti ArceaSi assentavano dal lavoro fruendo di permessi e congedi retribuiti per assistenza a persone disabili ma in realtà li utilizzavano per incombenze private, anche fuori regione, e per partecipare a spettacoli ed eventi televisivi come il Festival di Sanremo.

Due dipendenti dell’Arcea, l’agenzia della Regione Calabria che si occupa delle erogazioni in agricoltura, sono stati denunciati per truffa e falso dai finanzieri della Compagnia di Sibari al termine di un’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Castrovillari diretta da Eugenio Facciolla.

Dalle indagini, coordinate dal pm Antonino Iannotta, è emerso che i due dipendenti, per fruire dei benefici della legge 104, avevano appositamente e fittiziamente variato la propria residenza a casa di congiunti disabili e bisognosi di assistenza. In tal modo i due avrebbero truffato sia l’Ente datore di lavoro che l’Inps, che rimborsava la quota di retribuzione anticipata dall’ente percependo indebitamente circa 23 mila euro.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER