Aggressioni dietro le mura domestiche, due misure cautelari a Cosenza

Carlomagno campagna Fiat Tipo settembre 2019

maltrattamenti stalkingDue distinte ordinanze di applicazione di misure cautelari per maltrattamenti in famiglia sono state emesse dal Gip del tribunale di Cosenza su richiesta della Procura ed eseguite da agenti della Squadra mobile della questura bruzia.

Il primo provvedimento di allontanamento dalla casa familiare ha avuto come destinatario un trentanovenne, spesso in stato di ebbrezza, accusato di avere vessato e picchiato la moglie alla quale addebitava storie con altri uomini.

La donna, madre di cinque figli minori, è stata costretta a vivere in uno stato di ansia e paura e con il timore per la propria incolumità e per quella dei figli, in qualche occasione presi a calci dal padre.

Nel secondo caso i maltrattamenti sono stati messi in atto da un uomo nei confronti della sorella, minacciata e aggredita anche nella casa dove era andata a vivere insieme al compagno. Per l’uomo, già sottoposto alla misura dell’allontanamento, sono stati disposti gli arresti domiciliari, con divieto di comunicare con altre persone.