Civita, sindaco ordina limitazioni alle Gole del Raganello

L'area fu teatro della strage lo scorso anno. Il primo cittadino Tocci ha disposto l'ordinanza in occasione dei mesi estivi, periodo di massima affluenza degli escursionisti al Canyon

Carlomagno campagna Jeep Compass Ottobre 2019

Torrente Gole del RaganelloControlli rafforzati a Civita per impedire l’accesso alle Gole del torrente Raganello, teatro il 20 agosto 2018 della tragedia che, a causa di un’onda di piena, costò la vita a 10 persone, nove escursionisti e una guida. A disporlo è un’ordinanza del sindaco di Civita Alessandro Tocci emanata in corrispondenza del periodo (luglio e agosto) di massima affluenza turistica nel borgo.

L’ordinanza prevede “misure più restrittive finalizzate all’impedimento fisico di accesso alle gole del Raganello nei punti di ingresso presenti nel comune di Civita”. In particolare si autorizza “l’apposizione di una fune in acciaio a sostegno della rete da cantiere di colore rosso” all’ingresso delle Gole dal Ponte del Diavolo.

Il provvedimento è stato inviato al Prefetto e al Questore di Cosenza, al commissariato Ps di Castrovillari, al comando stazione carabinieri, al raggruppamento dei carabinieri Parco del Pollino e ai sindaci di Francavilla Marittima, Cerchiara di Calabria e San Lorenzo Bellizzi.