Sibilia in Calabria, al via demolizione case abusive a Cassano

Oltre 52 opere illegali sul territorio. Sottosegretario: "Diamo un messaggio chiaro ai cittadini: se vuoi avviare un cantiere abusivo, noi controlliamo e la casa ve la buttiamo a terra".

Carlomagno campagna Jeep Renegade Agosto 2019
Da sinistra il prefetto di Cosenza Paola Galeone e il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia firmano l’intesa per la demolizione degli edifici abusivi a Cassano allo Ionio.

“Oggi diamo un segnale chiaro e iniziamo ad abbattere case abusive, così facendo dimostriamo che in Calabria i commissariamenti funzionano. Inoltre, diamo un messaggio chiaro ai cittadini, se vuoi avviare un cantiere abusivo, noi ci siamo, controlliamo e la casa ve la buttiamo a terra”.

È quanto dichiarato dal sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia, in Prefettura a Cosenza per firmare l’atto d’intesa che avvia le attività di intervento in materia di demolizione di opere abusive da parte degli Enti nel territorio del Comune di Cassano allo Ionio.

Il protocollo è stato sottoscritto da Sibilia, dal prefetto di Cosenza Paola Galeone, da un delegato della Regione Calabria e dai componenti della Commissione straordinaria al Comune di Cassano allo Ionio. Al momento sono 52 gli edifici abusivi individuati, per i quali si provvederà a verificare l’iter burocratico per poi avviare la demolizione.