Picchiano e deridono un disabile, un arresto e tre denunce


Archivio

Sarebbero entrati con la forza in casa di un uomo con disabilità psicofisica che vive insieme al fratello, anche lui con ritardi mentali, in uno stato di abbandono e degrado sociale, e dopo averlo schernito l’hanno percosso e preso a schiaffi. Così quattro giovani sono stati individuati dai carabinieri della compagnia di Corigliano Calabro: uno finito in manette altri tre sono stati denunciati. L’accusa è di tortura aggravata e violazione di domicilio.

Un 19enne, A.E.S., è stato arrestato e posto ai domiciliari in esecuzione di un’ordinanza del Gip di Castrovillari, mentre sono stati segnalati all’autorità giudiziaria altri tre giovani di età compresa tra i 19 ed i 26 anni, due di Corigliano ed uno romeno.

Dalle indagini è emerso che la vittima è stata percossa e schernita in almeno due occasioni. Il 19enne aveva anche pubblicato le foto delle violenze sul suo profilo Instagram. I carabinieri, dopo una perquisizione in casa del giovane, hanno sequestrato il suo cellulare attraverso il quale sono risaliti ai tre corresponsabili delle torture.