Spacciava droga in piazza Autolinee, preso un giovane gambiano

E' successo in pieno centro a Cosenza. Il giovane è riuscito a fuggire ma ha perso il giubbino all'interno del quale c'erano diverse dosi di droga, e anche un'agenda con la rete dei clienti

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Spacciava droga in piazza Autolinee a Cosenza ma colto sul fatto dai carabinieri, si è subito dileguato non senza qualche tensione. Protagonista un giovane del Gambia di 19 anni, con precedenti, che oggi è stato arrestato e tradotto in carcere su ordine del giudice presso il tribunale di Cosenza che ha accolto le richiesta della locale Procura. L’accusa per lui è di detenzione di droga ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.

I fatti si sono svolti lo scorso 16 ottobre. Nel corso di un sevizio coordinato i militari della compagnia bruzia guidati dal capitano Giuseppe Merola hanno perlustrato l’area, una piccola “zona franca” ad alta concentrazione di immigrati, ed hanno intravisto strani movimenti che li hanno insospettiti.

Avvicinatisi, hanno notato in particolare il giovane africano con atteggiamento guardingo. Una volta raggiunto, il personale in divisa ha tentato di bloccarlo e fermarlo, ma il giovane è riuscito a darsi alla fuga sbracciando con forza, opponendo quindi resistenza al controllo.

In quell’occasione il fuggitivo ha perso un giubbino, all’interno del quale sono state rinvenute 13 dosi termosigillate di hashish del peso complessivo di quasi 24 grammi, sei dosi di marijuana per una decina di grammi nonché 20 compresse di ansiolitici.

I successivi approfondimenti di indagine hanno consentito ai militari della Sezione radiomobile di ricostruire le dinamiche criminali poste in essere dal 19enne, il quale è risultato avere una fitta rete di contatti e di clienti che si rifornivano da lui per acquistare droga e pasticche.

In virtù dello sforzo investigativo dei militari, sotto il coordinamento dei magistrati cosentini, è stato dunque delineato un solido quadro indiziario a carico dell’africano.

Il giovane è stato rintracciato e catturato all’interno di uno stabile del centro condiviso con altri stranieri. Espletate le formalità di rito l’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Cosenza.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB