Quasi un metro di neve in Sila, per la gioia dei turisti ma gli impianti sono chiusi

Soddisfatti a metà gli imprenditori turistici che stanno registrando il tutto esaurito ma con gli impianti di risalita in stallo è un problema.

Carlomagno Jeep Renegade Ottobre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Circa 80 centimetri di neve in vetta e il bel tempo di questo inizio anno stanno facendo registrare un picco di presenze in Sila. Soddisfatti a metà gli operatori turistici che è vero, stanno registrando il tutto esaurito già dall’ultimo fine settimana del vecchio anno, ma gli impianti sciistici risultano chiusi per le solite “anomalie” che si registrano ogni anno di questi periodi.

Una bellissima Sila innevata, letteralmente presa d’assalto da curiosi, turisti da fuori regione e amanti degli sport invernali, che hanno scelto di trascorrere la fine delle vacanze natalizie tra Camigliatello e Lorica, località esclusive in Sila dove però non trovano servizi e impianti in funzione.

Diverse le attività proposte dalle scuole di sci e dalle associazioni, che permettono di effettuare escursioni e attività amatoriali su neve.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB