Associazione chiede ai candidati di approvare legge regionale sull’Autismo

L'associazione "Calcia l'Autismo", guidata da Luigi Lupo ha scritto una lettera aperta ai candidati. Nella passata legislatura regionale non è stata approvata 


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM

L’associazione “Calcia l’Autismo”, guidata da Luigi Lupo, chiede ai candidati presidenti della regione Calabria ed agli aspiranti consiglieri regionali, un impegno diretto all’approvazione di una legge regionale in favore dei ragazzi autistici calabresi. Una norma che nella passata legislatura non è mai stata approvata. L’associazione, allo scopo di sensibilizzare la politica, ha scritto una lettera aperta ai candidati.

“L’associazione – è scritto in una nota – in sinergia con altri genitori che vivono le medesime problematiche, ad oggi, non avendo ascoltato nulla o quasi nulla, sia da parte dei candidati a presidente della Giunta regionale che dei candidati a consigliere, riguardo le problematiche relative alla disabilità, soprattutto quelle di tipo intellettivo, come lo spettro autistico, sindrome di Down, sindrome di Asperger, e altre disabilità, anche in riferimento alle tante pregresse non risoluzioni di problemi (oltre alle promesse di importanti provvedimenti legislativi non andate in porto nella scorsa legislatura) da parte della politica regionale, ha ritenuto opportuno identificare, per ogni lista, un candidato che possieda, i requisiti morali, la sensibilità alle tematiche sociali e capacità professionali per poter essere utile alla Calabria e in particolare nel poter contribuire a migliorare, da un punto di vista legislativo, sociale e inclusivo la condizione dei nostri figli speciali e, pertanto, possedere i requisiti minimi per poter meritare di sedersi, secondo la nostra prospettiva, negli scranni del prossimo consiglio regionale Calabria di Palazzo Campanella”.

L’associazione ha individuato dei candidati che a vario titolo si occupano di tematiche sociali e chiesto loro, così come ai quattro candidati presidenti, Santelli, Callipo, Tansi e Aiello, un forte impegno politico e legislativo a tutela dei bambini e ragazzi autistici nonché delle loro famiglie, che vivono disagi e difficoltà legate alla sindrome dei loro figli.

In tale direzione è arrivata la disponibilità di Giuditta De Santis, candidata al Consiglio regionale per Fratelli d’Italia, già fortemente impegnata nella formazione e nel sociale.
“Ho letto attentamente l’appello – risponde Giuditta De Santis al presidente Lupo – che a nome di tutti gli Associati dell’Associazione di Volontariato “CALCIA L’AUTISMO”, hai rivolto agli
aspiranti Presidenti e Consiglieri regionali. Ringrazio te e tutti gli Associati, innanzitutto, perché ci fate riflettere e ci fate parlare di programmi, e di quanto si intende promuovere e realizzare riguardo le tematiche della disabilità e in particolare sulle disabilità intellettive”.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM