Serie B, Cosenza Crotone 0-1. Lupi beffati da una svista arbitrale


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM
Il gol di Messias in Cosenza Crotone

Tonfo in casa per il Cosenza battuto ingiustamente al Marulla nel derby calabrese con il Crotone che incassa il quarto successo consecutivo e si avvicina in cima alla classifica. Dopo essere andati in vantaggio con Messias al 12′, gli squali conducono l’offensiva e i padroni di casa soffrono. Preso un palo e sciupata qualche occasione, nel secondo tempo i Lupi si avvicinano al pareggio: su un colpo di testa di Sciaudone viene respinto da Cordaz oltre la linea di porta ma arbitro e guardalinee non convalidano la rete.

Il primo brivido del match è di Messias (6’) con la conclusione che fa la barba al palo alla sinistra di Perina. Il Cosenza risponde con una bella girata di Riviere (11’) che colpisce il palo. Un minuto dopo (12’) gli squali passano in vantaggio proprio con Messias che sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti raccoglie la palla e di sinistro insacca sotto la traversa.

Al 16’ occasione per raddoppiare per i pitagorici con Molina ma il portiere di casa si supera e manda in corner. La prima frazione di gioco prosegue con gli uomini di Stroppa che controllano bene il gol di vantaggio e si rendono pericolosi in diverse circostanze mentre i lupi soltanto nel finale si fanno vedere dalle parti di Cordaz con Baez che da ottima posizione fallisce.

Nel secondo tempo gli ospiti sembrano controllare i ritmi e hanno due ghiotte occasioni per il raddoppio con Simy al 55′ e Messias un minuto dopo, ma la retroguardia di casa riesce miracolosamente a salvarsi.

Il Cosenza prende un po’ di coraggio e si affaccia più di frequente in fase offensiva costruendo la migliore occasione al 72′, quando sugli sviluppi di un corner dalla destra Sciaudone colpisce di testa e Cordaz respinge. I padroni di casa protestano perché a loro avviso la palla avrebbe superato la linea di porta ma per l’arbitro non è gol e la gara si avvia verso la conclusione senza ulteriori grandi emozioni.

COSENZA: Perina; Idda, Monaco, Legittimo (70’ Asencio); Baez, Bruccini, Kanoute (58’ Sciaudone), Broh (82’ Carretta), D’Orazio; Machach, Riviere. A disp: Saracco (GK), Bittante, Corsi, Capela, Schiavi, Greco, Trovato, Pierini. All. Braglia
CROTONE: Cordaz; Golemic, Marrone, Gigliotti; Molina, Gomelt, Benali (80’ Gomelt), Barberis, Crociata, Mazzotta (63’ Mustacchio); Messias, Simy (77’ Maxi Lopez). A disp: Festa (GK), Figliuzzi (GK), Rutten, Bellodi, Cuomo, Spolli, Curado, Zak, Nalini. All. Stroppa
ARBITRO: Abbattista di Molfetta
MARCATORI: 12’ Messias (Cr)
AMMONITI: Legittimo (Co), Marrone (Cr), Barberis (Cr), Benali (Cr)


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM