Serie B, la Salernitana batte il Cosenza 2-1

I Lupi di Braglia all'Arechi sono andati in goal per primi con Asencio ma non hanno saputo capitalizzare il vantaggio, facendosi agganciare e vincere in pochi minuti

Carlomagno

Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo ai nostri lettori un contributo libero che può permetterci di continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta.

SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE
 
SEGUICI SUI SOCIAL
Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Un Unico Copione Un'Unica Regia". Seguici pure su TELEGRAM 1 (La Verità Rende Liberi); e TELEGRAM 2  (Dino Granata), come su Twitter "X" SPN nonché su X (Dino Granata)

Finisce 2-1 per la Salernitana la gara interna con il Cosenza. I Lupi all’Arechi sono andati in goal per primi ma non hanno saputo capitalizzare il vantaggio, facendosi (con errori) agganciare e vincere in pochi minuti. La sfida di Serie B tra le squadre di Braglia e Ventura si è chiusa tutta nel primo tempo. E’ la terza sconfitta consecutiva per la squadra calabrese.

Al 6’ granata pericolosi con un diagonale di Gondo che termina di poco a lato. Al 14’ c’è il vantaggio degli ospiti: cross di Bruccini e colpo di testa vincente di Asencio.

Al 27’ grande occasione per la Salernitana con Djuric che da posizione favorevole si fa ipnotizzare da Perina. Al 31’ arriva la rete della Salernitana con una conclusione di Lombardi che fulmina Perina e vale l’1-1.

Al 44’ raddoppio dei granata con una azione personale di Akpa Akpro che calcia dal limite e trova l’angolino vincente. Il primo tempo si chiude con la Salernitana avanti di un gol. Al 21’ della ripresa la Salernitana si rende pericolosa con un’azione personale di Lombardi, che da buona posizione calcia alto.

Al 38’ ospiti pericolosi con una conclusione di Riviere che termina di poco a lato. Finisce 2-1 per i granata, che possono festeggiare la seconda vittoria consecutiva.

Per il Cosenza è ora crisi profonda, dopo la sconfitta immeritata nel derby al Marulla contro il Crotone. Una svista arbitrale ha infatti compromesso l’esito della partita. I Lupi per ora sono inchiodati al terzultimo posto in classifica, con le ultime che devono ancora giocare.

Salernitana: Micai, Migliorini, Djuric, Kiyine, Di Tacchio, Gondo, Karo (1’ st Aya), Akpa Akpro, Jaroszynski, Lombardi (38’ st Kalombo), Dziczek. All. Gian Piero Ventura
A disposizione: Vannucchi, Billong, Curcio, Jallow, Morrone, Maistro, Heurtaux, Giannetti.

Cosenza: Perina, Corsi, Capela, Idda, Broh, Asencio (30’ st Baez), Machach, Legittimo (33’ pt D’Orazio), Trovato (1’ st Monaco), Bruccini, Riviere. All. Piero Braglia
A disposizione: Quintiero, Saracco, Pierini, Carretta, Schiavi, Sciaudone, Greco, Bittante.

Arbitro: Daniel Amabile di Vicenza. Assistenti: Marcello Rossi (sez. Novara) – Mattia Scarpa (sez. Reggio Emilia). IV Uomo: Giovanni Ayroldi (sez. Molfetta).

Marcatori: 14’ pt Asencio (C), 31’ pt Lombardi, 44’ pt Akpa Akpro (S).

Ammoniti: Karo, Akpa Akpro (S), Riviere, Idda (C).

Angoli: 3 – 7
Recupero: 1’ pt, 4’ st.
Spettatori: 8175