Bepi Pillon è il nuovo allenatore del Cosenza calcio: “Risultati da subito”


Da sinistra Bepi Pillon Eugenio Guarascio e Stefano Trinchera

E’ Bepi Pillon il successore di Piero Braglia sulla panchina del Cosenza. L’annuncio è stato dato dalla società con un comunicato sul proprio sito. Il tecnico, nato a Preganziol (Treviso) l’8 febbraio 1956, è scritto nella nota “detiene con Alberto Zaccheroni, tra l’altro ex allenatore rossoblù, l’invidiabile record di aver conseguito tre promozioni consecutive alla guida del Treviso portando il club veneto, tra il 1994 e il 1997, dalla Serie D alla Serie B”.

Pillon ha firmato un contratto fino al termine della stagione ed oggi ha diretto il primo allenamento. Dopo esperienze a Padova, Genoa, Lumezzane e Pistoiese, Pillon è arrivato all’Ascoli dove, nella stagione 2001/2002 ha ottenuto la promozione in serie B. Tornato al Treviso nell’autunno del 2004 ha centrato la promozione in A.

Nella stagione successiva, col Chievo, ha ottenuto una storica qualificazione ai preliminari di Champions League. Pillon ha allenato anche Bari, Livorno, Empoli, Reggina, Carpi, Pisa, Padova, Alessandria e Pescara. La società aveva deciso di esonerare Braglia per via delle cinque sconfitte consecutive rimediate dalla squadra che attualmente al terz’ultimo posto in calssifica. Toccherà adesso a Bepi Pillon centrare la salvezza con l’attuale compagine.

Il neo allenatore: “Squadra ha valori importanti. Risultati da subito”
“Nelle ultime partite, soprattutto a Pescara, ho visto un bel Cosenza”, dice in conferenza stampa il neo allenatore del Cosenza Bepi Pillon. “E’ stata la voglia di vincere tutti i costi a condizionare negativamente il risultato finale. Quella rossoblù – aggiunge – è una squadra quadrata. Ho fatto questa scelta dopo aver analizzato a fondo la squadra, che a mio avviso ha valori importanti. Sono convinto che possiamo farcela e dobbiamo esserlo tutti. Braglia è un amico e un bravissimo allenatore e ho grande rispetto per il grande lavoro che ha fatto qui. Purtroppo ci sono delle annate storte e in questi casi l’ansia da prestazione prevale su tutto il resto. Quando ho ricevuto la chiamata ho pensato subito di poter avere l’opportunità di dare il mio apporto in una piazza importante per un club altrettanto importante. Per me è una sfida difficile, forse tra le più difficili della mia carriera ma voglio affrontarla con la massima convinzione. E’ tramite la concentrazione sul lavoro che si superano le paure, attraverso il lavoro possiamo trovare sicurezze che ora non ci sono. Il mio compito – sottolinea il nuovo tecnico – è quello di trasmettere fiducia e serenità alla squadra. Scendiamo in campo con convinzione, spirito di sacrificio e aggressività perché è il campionato di Serie B a richiedere queste doti. Sto studiando bene la squadra per mettere in pratica le mie idee e capire qual è l’abito migliore da indossare. Non abbiamo tempo a disposizione, dobbiamo cercare di fare risultato da subito. Affronteremo tutte le gare con una mentalità vincente, indipendentemente dall’avversario che andremo ad affrontare. Qui c’è una tifoseria molto passionale ed è un aspetto molto importante. Ho già avuto modo di denotare oggi l’attaccamento dei tifosi, che sono venuti in tanti ad accogliermi. Saranno le caratteristiche dei singoli giocatori a dettarmi il modulo migliore da adottare”.

Guarascio: “Da oggi cambiare pagina”
“Innanzitutto ringrazio mister Braglia per il lavoro svolto qui a Cosenza. Purtroppo le dinamiche del calcio a volte portano a prendere delle decisioni sofferte”. Lo ha detto il presidente del Cosenza Eugenio Guarascio presentando il nuovo allenatore Pillon. “Insieme al direttore Trinchera – spiega –  abbiamo fatto le nostre valutazioni, che ci hanno portato ad individuare il profilo di mister Pillon. Lo ringrazio per aver accettato la nostra proposta, è un allenatore che ha un grande curriculum e crede fortemente nel raggiungimento dell’obiettivo salvezza. Non sarà sicuramente un’impresa facile per lui, vista la classifica. Da oggi bisogna cambiare pagina, affidiamoci alla carica e alla professionalità del nuovo tecnico. Tutte le componenti che ruotano attorno al Cosenza Calcio devono impegnarsi per conservare questo grande patrimonio che è la Serie B”.

Trinchera: “Siamo in tempo per salvarci”
“Diamo il benvenuto a mister Pillon. Questa è una scelta condivisa da tutti”, ha detto il ds Stefano Trinchera “Non ha bisogno di presentazioni, per lui parla la sua storia di allenatore. Siamo positivi e pensiamo di essere in tempo per salvare ancora questa stagione. Ringrazio anch’io di cuore mister Braglia, persona a cui sono profondamente legato con cui ho condiviso tanti momenti, belli e meno belli”.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb