‘Ndrangheta, sequestrati beni per un milione a presunto affiliato


Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

finanza cosenza

Beni mobili e immobili per quasi un milione di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Cosenza a C.M., di 44 anni, ritenuto affiliato ad una cosca di ‘ndrangheta della Sibaritide. Il provvedimento è stato eseguito su delega della Procura a seguito di un decreto emesso dal Gip del Tribunale di Castrovillari.

Il destinatario del sequestro era coinvolto nell’operazione “Santa Tecla” condotta nel 2010 dalla Dda di Catanzaro e successivamente condannato dalla Corte di Appello di Catanzaro per associazione a delinquere di stampo mafioso.

Dagli accertamenti eseguiti è risultato che C.M., nel periodo 2016-2019, aveva omesso di comunicare operazioni di cessione di fabbricati e ricavi per pignoramenti per un valore complessivo di oltre 973 mila euro. I sigilli sono stati apposti a 17 terreni e 19 fabbricati a Corigliano-Rossano, 2 automezzi e a saldi attivi di due conti correnti bancari.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER