Covid-19, Santelli chiede al governo l’invio dell’esercito


“Sono tante le famiglie, i giovani, gli anziani, i bambini calabresi che stanno rinunciando alla propria quotidianità, alla propria libertà per tutelarsi e tutelare chi gli sta intorno da questa emergenza sanitaria. Ma sono ancora troppi coloro che trasgrediscono alle prescrizioni e alle ordinanze imposte sia a livello nazionale che regionale, rappresentando un serio pericolo per la diffusione del virus”. Lo rende noto Jole Santelli, presidente della Regione Calabria, che ha chiesto al governo l’invio dell’esercito in Calabria.

Spiega infatti Santelli: “Per questa ragione oggi ho scritto al Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e al Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini chiedendo di inviare sul territorio regionale unità delle Forze Armate a supporto delle Forze dell’Ordine che già, con grande sforzo organizzativo e di efficienza stanno garantendo il rispetto delle misure adottate su numerose aree del territorio”.

“L’obiettivo è quello di garantire un maggiore controllo preventivo e una più intensa attività sanzionatoria, con particolare attenzione a quei comuni dove sono già in vigore particolari misure restrittive”.

Ad oggi 20 Marzo in Calabria i numeri sono di 207 positivi, tra cui 4 decessi e due guariti dall’inizio dell’emergenza. Settantuno positivi al covid sono in reparto, 16 in rianimazione e 114 in isolamento a casa. Numeri, su poco meno di 2 milioni di abitanti di gran lunga inferiori alla Lombardia che conta ad oggi quasi 15.500 mila positivi su 10 milioni di abitanti.

Virologo israeliano esorta i leader mondiali a calmare i cittadini: “Panico inutile ed esagerato”

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb