Covid in Calabria, Lunedì 20 Aprile solo 3 contagi. Nessun decesso, 19 guariti

Negli ultimi giorni si registra un calo apparentemente costante dei ricoverati in ospedale. Contagiati al minimo dall'inizio dell'emergenza

Carlomagno

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici pure su TELEGRAM

Sono 828 i positivi attuali in Calabria, a fronte di un totale complessivo di 1.038 dall’inizio dell’emergenza Covid. Negli ultimi giorni si osserva un calo costante dei ricoverati in ospedale, e anche dei contagi (oggi +3). E’ quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute di Lunedì 20 Aprile.

I decessi, provvisoriamente considerati Covid, sono fermi a 75 (51 per l’Iss). Nessun morto nella giornata odierna. I guariti sono in tutto 135, oggi +19 rispetto a domenica.

Allo stato attuale ci sono 140 persone ricoverate con sintomi in ospedale (ieri erano 142), 7 pazienti in terapia intensiva, e 681 in isolamento domiciliare. Si tratta di persone positive asintomatiche o con lievi sintomi.

Dall’inizio dell’emergenza ad oggi, secondo i dati ministeriali, i tamponi effettuati sono stati in Calabria 24.373 che sottratti ai positivi complessivi di oggi (1.038) restituisce il dato di 23.335‬ persone risultate negative. I test effettuati oggi sono 613.

Secondo l’ultimo report disponibile e ufficiale dell’Istituto superiore della Sanità (16 aprile) i decessi in Calabria sono 51, con una percentuale dello 0,3%. Al primo posto, per decessi, c’è la Lombardia il 56,9%, seconda l’Emilia Romagna con il 13,9%, terzo il Piemonte con il 7,6%.


Ai Lettori

Secondo Piano News non riceve finanziamenti pubblici come i grandi e piccoli media mainstream sovvenzionati a pioggia dallo Stato. Pertanto chiediamo gentilmente ai nostri lettori un contributo che può permetterci di sopravvivere e continuare a offrire una informazione vera, libera e corretta. Grazie!


SOSTIENI L'INFORMAZIONE INDIPENDENTE

Per ricevere gli aggiornamenti lascia un like sulla nuova pagina Fb. Iscriviti anche al Gruppo "Italia Libera Senza Restrizioni", e seguici anche su TELEGRAM e TWITTER