Tentato borseggio in pieno centro a Cosenza, un arresto e una denuncia


Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb
Via Aldo Moro, la strada dove si è verificata la tentata rapina

Ha tentato di scippare una donna in pieno centro a Cosenza, ma non riuscendoci l’ha costretta a cadere a terra per poi dileguarsi a bordo di un’auto con una complice. A distanza di qualche giorno di indagini, i Carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Cosenza guidata dal comandante Giuseppe Merola, sono risaliti ad un 31enne cosentino, con precedenti, che è stato arrestato con l’accusa di tentata rapina in concorso. Identificata e denunciata a piede libero anche la donna che era insieme al rapinatore. L’arresto è stato autorizzato dal giudice su richiesta della Procura della Repubblica di Cosenza.

I fatti risalgono alla sera dello scorso 22 aprile, quando l’uomo alla guida di un’auto aveva tentato di impossessarsi con forza della borsa di una donna che stava percorrendo via Aldo Moro – la strada che da Piazza Europa si collega a piazza Zumbini -, per rientrare dal lavoro presso la propria abitazione. Nella circostanza, la vittima, nel tentativo di impedire il borseggio, è caduta rovinosamente a terra, venendo trascinata dall’uomo che è fuggito a bordo della sua auto.

A seguito della richiesta di aiuto giunta al 112, è stata inviata sul posto una pattuglia di carabinieri che dopo aver prestato le prime cure alla signora l’hanno fatta trasportare in ospedale con una serie di lesioni e contusioni. I militari hanno quindi avviato indagini visionando le immagini di videosorveglianza presenti in zona e ascoltando testimoni.

L’autorità giudiziaria, nel concordare sui gravi indizi di colpevolezza raccolti a carico del delinquente, ha ritenuto idonea, per i precedenti dell’uomo e per il pericolo di reiterazione del reato, l’emissione della misura degli arresti domiciliari.

L’arrestato, di cui non sono state diffuse le generalità, dopo le formalità di rito, è stato ristretto a casa in attesa dell’interrogatorio di garanzia.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb