Istat-Iss: In Calabria dal 20 Febbraio a fine Marzo 1.918 decessi per tutte le cause. 18 per Covid

I morti da coronavirus del mese di Marzo 2020 sono nel Mezzogiorno mediamente inferiori dell’1,8% rispetto alla media dello stesso periodo del quinquennio 2015/2019


Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

I decessi Covid-19 del mese di Marzo 2020 sono nel Mezzogiorno mediamente inferiori dell’1,8% rispetto alla media dello stesso periodo del quinquennio precedente 2015/2019. E’ quanto si evince dal Rapporto congiunto tra l’Istituto nazionale di statistica (Istat) e l’Istituto Superiore di Sanità (Iss) dello scorso 4 Maggio.

Si tratta, spiega il report, di uno studio integrato dei dati epidemiologici di diffusione dell’epidemia di Covid-19 e dei dati di mortalità totale acquisiti e validati da Istat su una copertura regionale per comune e popolazione residente dei 6.866 comuni diffusi dall’Istat sui 7.904 complessivi.

Prendendo in esame la Calabria, secondo il report, sull’80% di comuni diffusi e il 77 percento di popolazione residente, dal 20 Febbraio al 31 Marzo 2020 i decessi complessivi per tutte le cause sono stati 1.918. La cifra dei decessi dello stesso periodo confrontata con la media del quinquennio 2015-2019 restituisce il dato di 1.902 deceduti.

Secondo il Rapporto Istat-Iss dal 20 Febbraio (considerata data di inizio dell’emergenza) al 31 Marzo 2020 i morti per Covid-19 in Calabria sono stati 18.

Il picco di decessi in tutto il paese è stato nel mese di Marzo con un’alta concentrazione nel Nord nel paese e media al Centro Italia. In Calabria, regione a bassa diffusione, la variazione di decessi del mese di Marzo con lo stesso periodo 2015/19 è di -1%.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb