Covid, report ISS aggiornato al 14 maggio: In Calabria 84 decessi (0,3%)

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Secondo l’ultimo report dell’Istituto superiore di sanità aggiornato al 14 maggio e pubblicato oggi, su un campione di 29.692 pazienti deceduti in Italia dal 20 febbraio a oggi, in Calabria con il Covid sono morte 84 persone, pari allo 0,3%.

Primato alla Lombardia
Il primato dei decessi spetta alla Lombardia che conta 15.185 morti pari al 51,1%; seconda l’Emilia Romagna con 3.905 decessi, pari al 13,2%; segue il Piemonte che conta 2.196 morti (7,4%); poi il Veneto (1.746 – 5,9%) e la Liguria (1.277 – 4,3%).

Età media dei decessi e patologie pregresse
L’età media delle persone decedute è di 80 anni. Per quanto riguarda lo studio sulle patologie preesistenti, su un campione di 2.848 deceduti in Italia per i quali è stato possibile analizzare le cartelle cliniche 111 pazienti (3,9%) non presentavano alcuna patologia; 425 persone (14,9%) presentavano 1 patologia, 608 (21,3%) presentavano 2 patologie e 1.704 (59,8%) presentavano 3 o più patologie pregresse.

Decessi con età inferiore a 50 anni
Al 14 maggio dei 29.692 decessi sono 332 (1,1%) i pazienti deceduti con età inferiore ai 50 anni. In particolare, 74 di questi avevano meno di 40 anni (49 uomini e 25 donne con età compresa tra 0 e 39 anni). Di 9 pazienti di età inferiore ai 40 anni non sono disponibili informazioni cliniche, gli altri 53 presentavano gravi patologie preesistenti (patologie cardiovascolari, renali, psichiatriche, diabete, obesità) e 12 non avevano diagnosticate patologie di rilievo.

Le terapie 
La terapia antibiotica è stata comunemente utilizzata nel corso del ricovero (85% dei casi), meno usata quella antivirale (58%), più raramente la terapia steroidea (37%). Secondo l’Iss il comune utilizzo di terapia antibiotica può essere spiegato dalla presenza di sovrainfezioni o è compatibile con inizio terapia empirica in pazienti con polmonite, in attesa di conferma laboratoristica di COVID-19. In 615 casi (22,0%) sono state utilizzate tutte e tre le terapie. Al 3,9% dei pazienti deceduti positivi all’infezione è stato somministrato il farmaco Tocilizumab.

In un altro report congiunto tra Istat e ISS dal 20 Febbraio al 31 Marzo, mese di picco, il Calabria sono decedute complessivamente per tutte le patologie 1.918 persone, di Covid 18 persone.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB