Truffa dello specchietto, preso un uomo a Cosenza

E' un ventisettenne di Lamezia Terme. Il truffatore avrebbe raggirato diversi anziani costringendoli a versare 150 euro per evitare problemi e fastidi

Carlomagno Jeep Renegade Ottobre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

truffa specchietto

E’ un giovane ventisettenne originario di Lamezia Terme l’autore delle truffe dello specchietto che negli ultimi mesi ha interessato l’hinterland cosentino.

Nel pomeriggio del 1 luglio scorso, la reazione di una nuova vittima, che dopo aver fiutato il raggiro si è subito rivolta al 113. L’intervento delle Volanti nei pressi del ponte di “Campagnano” di Cosenza ha scongiurato l’ennesimo colpo ai danni di un anziano.

Il modus operandi della truffa
La manovra escogitata dal truffatore si era affinata col tempo, ossia posizionarsi al centro della strada, rallentare a passo d’uomo inducendo i veicoli che seguivano a sorpassare, osservare ed individuare la vittima dallo specchietto retrovisore tra quelli che stavano sorpassando: (prevalentemente persone anziane e sole alla guida), urtare lievemente il veicolo della vittima e sterzare repentinamente quando la vittima prescelta affiancava il veicolo, infine indurre la vittima a versare una somma di circa 150 euro per evitare problemi e fastidi.

Il giovane lametino, B.F., con precedenti per furto e truffa, è stato accompagnato in Questura e denunciato alla Procura di Cosenza per truffa aggravata e minacce.

Sono in corso ulteriori accertamenti al fine di verificare ulteriori vittime del truffatore.

I consigli della Polizia per scongiurare l’odiata truffa
La Polizia di Stato ricorda nell’occasione a tutti gli automobilisti di rivolgersi alle Forze dell’ordine quando si hanno dubbi sulla dinamica di un sinistro.

Prestare la massima attenzione perché spesso i truffatori sfruttano danni già presenti sulla carrozzeria delle loro auto, simulano il rumore dell’urto tra auto, che non avviene realmente, si fanno aiutare da un complice che, appostato poco distante, finge poi di essere un testimone oculare, si offrono di accompagnare la vittima per raggiungere un bancomat vicino. Al riguardo la Polizia consiglia di non allontanarsi dal luogo del sinistro e di attendere l’arrivo della Polizia.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB