Falso bagnino scoperto nel cosentino, denunciato

Carlomagno Lancia Ypsilon Novembre 2020 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

Un falso bagnino è stato scoperto dai militari della Capitaneria di porto di Corigliano, impegnati nell’operazione “Mare Sicuro 2020”, effettuata sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Reggio Calabria.

Nel corso di controlli in uno stabilimento balneare hanno trovato il falso bagnino che ha mostrato un brevetto abilitante al salvamento acquatico contraffatto. I militari, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Castrovillari, sono risaliti, dal numero di brevetto, alla società che lo aveva rilasciato, appurando che il titolo non solo era appartenente ad un altro soggetto ma era stato anche modificato con i dati anagrafici dal falso bagnino.

Immediata è scattata la diffida ad esercitare la professione. Gli ulteriori accertamenti svolti in sinergia con la Capitaneria di Porto di Manfredonia, luogo di residenza dell’uomo cui apparteneva il brevetto da bagnino illecitamente utilizzato dall’indagato, hanno portato al deferimento di quest’ultimo per truffa ed uso di atto falso.

PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB