Termalismo in Calabria, dalla Regione 800mila euro per il settore

Pubblicato un Bando. Possono presentare domanda i gestori degli impianti termali in possesso dei requisiti specifici previsti dall’Avviso. Contributi a fondo perduto fino a un massimo di 130 mila euro

Carlomagno FIAT GENNAIO 2021 PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI E RESTARE INFORMATO SULLE NOTIZIE BASTA LASCIARE UN LIKE SULLA NUOVA PAGINA FB

cittadella regionale

Dalla Regione Calabria un nuovo Avviso finalizzato a rafforzare il comparto termale duramente colpito dall’emergenza Covid. Lo comunica la regione in una nota.

In particolare, con decreto n. 8455 del 12/08/2020, il Dipartimento turismo, spettacolo e beni culturali ha approvato la misura “Benessere Calabria” che è destinata ai soggetti gestori delle fonti termali regionali per sostenerli nella fase post lockdown al fine di ridurre l’impatto delle perdite del comparto termale a causa del prolungato periodo di chiusura e sostenere l’operatività dei gestori degli impianti termali al fine di garantire un sufficiente livello di accoglienza.

L’Avviso, che ha una dotazione finanziaria di 800 mila euro a valere sul PAC Calabria 2007/2013, prevede la concessione di un contributo a fondo perduto determinato con riferimento alle prestazioni di cura e benessere termali regolarmente contabilizzate nell’anno 2019. Il massimo importo concedibile non può essere superiore a 130 mila euro.

Possono presentare domanda i soggetti gestori degli impianti termali operanti in Calabria in possesso dei requisiti specifici previsti dall’Avviso. Maggiori informazioni sull’Avviso sono disponibili al link in allegato.

SOSTIENI SECONDO PIANO NEWS