Termalismo in Calabria, dalla Regione 800mila euro per il settore

Pubblicato un Bando. Possono presentare domanda i gestori degli impianti termali in possesso dei requisiti specifici previsti dall’Avviso. Contributi a fondo perduto fino a un massimo di 130 mila euro

Carlomagno Jeep Compass Sett. 2020 Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb

cittadella regionale

Dalla Regione Calabria un nuovo Avviso finalizzato a rafforzare il comparto termale duramente colpito dall’emergenza Covid. Lo comunica la regione in una nota.

In particolare, con decreto n. 8455 del 12/08/2020, il Dipartimento turismo, spettacolo e beni culturali ha approvato la misura “Benessere Calabria” che è destinata ai soggetti gestori delle fonti termali regionali per sostenerli nella fase post lockdown al fine di ridurre l’impatto delle perdite del comparto termale a causa del prolungato periodo di chiusura e sostenere l’operatività dei gestori degli impianti termali al fine di garantire un sufficiente livello di accoglienza.

L’Avviso, che ha una dotazione finanziaria di 800 mila euro a valere sul PAC Calabria 2007/2013, prevede la concessione di un contributo a fondo perduto determinato con riferimento alle prestazioni di cura e benessere termali regolarmente contabilizzate nell’anno 2019. Il massimo importo concedibile non può essere superiore a 130 mila euro.

Possono presentare domanda i soggetti gestori degli impianti termali operanti in Calabria in possesso dei requisiti specifici previsti dall’Avviso. Maggiori informazioni sull’Avviso sono disponibili al link in allegato.

Per ricevere gli aggiornamenti metti "Mi piace" sulla nuova pagina Fb